Bari: si finge sindaco e annuncia la chiusura delle scuole su Facebook

0

Bari: burlone si finge sindaco e pubblica su Facebook un post in cui annuncia la chiusura delle scuole fino al 17 Gennaio, a causa del maltempo.

bari-sindaco-facebook
Fonte: immagini.quotidiano.net

La notizia è di poche ore fa. Un burlone si è finto sindaco di Bari e ha pubblicato un post su Facebook in cui annunciava la chiusura delle scuole a causa del maltempo e della neve. Il post circolato su Facebook in realtà era un fake e a smentirlo è stato lo stesso sindaco, quello vero.

Antonio Decaro, sindaco di Bari ha avvisato sempre tramite Facebook la cittadinanza del finto post. Il burlone, con un falso profilo, si è finto sindaco e ha annunciato la chiusura delle scuole fino al 17 gennaio. Il falso post recitava dunque:

Buonasera a tutti, oggi pomeriggio abbiamo fatto la riunione tutti i sindaci e abbiamo deciso che le scuole di Bari e province seranno chiuse fino al 17 Gennaio 2017 per problemi di condizioni meteorologiche. Spero che in tutti questi giorni studiate un po“.

Decaro ha precisato: “su questa pagina non è mai stato scritto un post del genere e non sono ancora state prese decisioni sulla giornata di domani, cosa che faremo nelle prossime ore“. E ancora: “Al simpaticone che ha scritto questo post consiglio di rimettersi a studiare, così la prossima volta eviterà di fare tanti errori grammaticali e il suo scherzo risulterà più credibile“. (Fonte: quotidiano.net)

Il falso post è ad una prima occhiata evidentemente pieno di errori grammaticali e quindi poco credibile. Sicuramente qualche studente burlone ha colto la palla al balzo e ha deciso di improvvisarsi sindaco pur di evitare la scuola.

La vicenda non finisce qui, in quanto nelle ultime ore, è cominciato a circolare sui vari social e gruppi whatsapp dei genitori dei bambini baresi, un’ordinanza del Comune che stabiliva la chiusura di tutte le scuole di ordine e grado per la giornata di domani, mercoledì 11 gennaio. Anche questa volta, è arrivata secca la smentita del Comune,il quale ha precisato che si tratta di un ulteriore falso.

Laura Maiellaro

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.