Calabria: meta imperdibile per cibo e neve, rara ma vera!

0

Il New York Times aggiudica alla Calabria un posto nella classifica mondiale delle mete da visitare quest’anno

Occupa la 37esima posizione la punta dello stivale, grazie alle sue prelibatezze

I viaggi consigliati dal NYT sono 52. Un posticino tutto italiano è riservato alla Calabria, grazie a “Cibo in Italia fuori dalle regioni più visitate“. ‘Nduja e bergamotto, vino e sardella fanno della Calabrisella una delle regioni da visitare almeno una volta nella vita.

La regione non è solo questo. La bella terra vanta paesaggi da togliere il fiato, distese di mare che sembrano infinite, ma non è finita qui: negli ultimi giorni si è arricchita anche della neve che rende l’inverno gelido e cupo più leggero da sopportare.

Com’è possibile che la neve possa rendere tutto magico? Semplice! In Calabria la neve a bassa quota è più unica che rara. Paesaggi come la sabbia rivestita da un manto bianco, davanti a un azzurro mare che sembra quasi sfidarla a chi è più bella.

L’unicità del cibo e la rarità della neve a bassa quota, però, non sono tutto. Purtroppo.

Potrebbe essere una delle zone turistiche più attrattive d’Italia, ma non è così. Mancano le infrastrutture, a eccezione di alcune comunque poco conosciute nel panorama nazionale. Il turista pretende pulizia, ordine, mezzi. Tutto ciò che non c’è.

Ciò che parla è l’amore verso una terra che potrebbe essere eccelsa in tutto. Inarrivabile. Eppure non è così. Parla il rimpianto di chi è andato via perché ciò che manca è necessario. Parla la nostalgia di chi c’è stato, anche solo di passaggio, e ha potuto constatare la disponibilità e l’essere profondamente estroverso del calabrese. Parla la rabbia verso ciò che potrebbe ma non è. Ecco tutto.

L’amore verso l’Heimat, la Patria, va dimostrato affinché non si debbano avere rimpianti. Solo nostalgia per chi va via, nessuna rabbia.

Maria Giovanna Campagna

 

You might also like More from author

Comments

Loading...