L’«ARTE» del sabato sera: la Notte dei Musei a Roma

Tutti i musei saranno aperti di notte nella capitale al costo di 1 euro!

0

Siete pronti alla Notte dei Musei? Se la risposta è affermativa allora…aprite la mente e chiudete il portafoglio!

Anche quest’anno a Roma si celebra l’ormai consueta Notte dei Musei. Forte del successo degli scorsi anni (gli spettatori raggiunsero la cifra dei 150mila!) la capitale apre le porte alla cultura durante le ore notturne al prezzo simbolico di un euro (in alcuni casi l’entrata è gratuita). Musei civici, statali e in via eccezionale anche la Camera dei Deputati e il Senato aderiscono all’apertura straordinaria che coinvolgerà le ore serali, dalle 22 alle 2 di notte (ultimo ingresso ore 01.00).

Fonte: Hotel Nardizzi Americana

Roma e non solo, tante altre città italiane come Torino, Napoli, Milano, Verona, Modena e altre ancora, anche quest’anno hanno aderito alla Notte europea dei Musei, evento organizzato dal MiBACT per accontentare un pubblico sicuramente più ampio e variegato attraverso lo spettacolo della cultura di notte. Si tratta infatti della tredicesima edizione di questa strabiliante iniziativa, che vede coinvolti ben trenta paesi europei.

 

Perché proprio di notte? E soprattutto a CHI è rivolta la Notte dei Musei?

Innanzitutto, perché limitarsi alle ore di sole quando abbiamo a disposizione la magia delle stelle? Perché non usufruire di questa magia e del mistero annesso che solo la notte può dare?

Di notte ogni cosa assume una nuova veste simbolica e un fascino non indifferente, dunque perché non trascorrere un sabato sera all’insegna della cultura, della storia e dell’arte sotto le stelle? L’intento della Notte dei Musei è proprio quello di sfruttare a pieno tutte le emozioni che le ore notturne possono regalarci al fine di accontentare tutti, ma proprio tutti, uomini, donne, famiglie con bambini e ultimi ma non ultimi… le comitive di ragazzi.

Questi ultimi conosciuti come “la nuova generazione” hanno sempre rappresentato la sfida maggiore per i musei, perché è stato sempre arduo convincere le giovani menti a partecipare attivamente e con interesse a determinati eventi culturali.

Ma questa mancata partecipazione, che per fortuna è relegata al passato, non era dovuta a un atteggiamento di menefreghismo giovanile o di eccessiva superficialità per ciò che aveva a che fare con la propria cultura, quanto piuttosto a ragioni molto più “semplici e concrete”.

Infatti, secondo un Dossier condotto dall’ Ufficio dei Beni Culturali del MiBACT intitolato ‘I giovani e il museo’ realizzato nel 1998[1], i giovani intervistati (di età compresa tra i 19 e i 25 anni delle regioni Campania e Veneto) dichiararono all’unanimità di non aver visitato musei o di averne visitato pochi per delle motivazioni ben precise:

  • quasi il 42% in Campania additava la colpa agli orari poco comodi
  • per il 10,8 % dei campani e il 6,9% dei veneti la causa era addotta al costo del biglietto troppo caro
  • altra causa fondamentale erano i giorni in cui si svolgevano le iniziative culturali, incongruenti con i loro impegni universitari

La Notte dei Musei ha tenuto conto di tutte queste motivazioni e ha promosso la cultura grazie alle agevolazioni economiche e al prolungamento dell’orario di apertura.

Fonte Katarte

La Notte dei Musei ha trasformato un evento culturale in un evento di intrattenimento

Grazie alla Notte dei Musei il Museo non viene più considerato come un’arcaica Istituzione culturale da relegare alle noiosissime gite scolastiche obbligatorie, ma diventa luogo di CONDIVISIONE di interessi, luogo di INCONTRI e DIBATTITI culturali.

In tal modo anche i giovani possono combattere ed abbattere la propria immagine stereotipata di CAPRE IGNORANTI (detta alla Sgarbi), dimostrando a se stessi, prima che agli altri, che la generazione odierna è una generazione attiva sotto tutti i punti di vista.

In conclusione, quali saranno i musei da visitare di notte a Roma?

Ognuno ha le proprie esigenze culturali, dunque Roma si è attrezzata per non deludere nessuno. Per gli appassionati di storia dell’Arma ci sarà l’apertura del Museo Storico dell’Arma dei Carabinieri, per chi ama la musica popolare suonerà Famiglia Meraviglia ai Mercati di Traiano, per chi ama l’arte e il mistero legato a Giulia Farnese ci sarà la mostra del Pintoricchio ai Musei Capitolini, (dove per la prima volta verrà esposto il frammento del volto di donna), per gli amanti dell’arte contemporanea ci sarà l’evento Elettronot(t)e al Macro e…tanto altro ancora!!

Insomma un evento per TUTTI e per tutti i gusti! E tu, cosa farai questo sabato notte? #tiaspettosveglia

 

Per l’elenco completo dei Musei che hanno aderito all’iniziativa Notte dei Musei consulta il seguente link: www.beniculturali.it/notteuropeadeimusei2017

Per seguire l’evento sui Social e non perderti nessuna news:

#NDMroma17

Facebook NotteDeiMusei

Twitter Museiincomune

Instagram Museiincomuneroma

Sonia Longo

[1] Dossier ‘I giovani e il museo’, Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Ufficio Studi, indagine pilota sui giovani di 19-30 anni di età residenti in Campania e in Veneto, a cura di Adelaide Maresca Compagna, Elisa Bucci e Silvana Carmen di Marco. Questo Dossier presenta i risultati della ricerca effettuata nel novembre 1998.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.