Jack Ma incontra Trump, promettendo di creare 1 milione di posti di lavoro per gli americani

0

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, ha ricevuto un ospite inusuale nella Trump Tower di New York, il fondatore di Alibaba Jack Ma.

“E ‘stato un grande incontro. Jack e io faremo grandi cose insieme “, Trump ha detto ai giornalisti dopo l’incontro, lodando Ma come ” un grande, grande imprenditore, uno dei migliori al mondo. “

Questo modo di fare sembra essere un po’ in contrasto con la posizione sempre più bellicosa di Trump verso la Cina. Uno dei tanti crimini di cui Trump ha incolpato la Cina è il dilagante furto di proprietà intellettuale.

Naturalmente, non c’è forse fornitore più noto di beni falsificati al mondo di Alibaba. Come piccolo esempio, Quartz osserva che sulla sua piattaforma Taobao è possibile acquistare un cappello “Make America Great Again” per un minimo di $ 0,50, rispetto a $ 25 di cartellino del prezzo sul negozio ufficiale di Trump.
Mentre si è sulla più grande piattaforma di shopping online in Cina, si può anche prendere un palloncino di Trump a forma di gallo alto 10 cm con design rubato da un artista americano.

Sono imbrogli come questi che hanno fatto inserire Taobao nella lista degli Stati Uniti dei mercati famosi per i prodotti contraffatti, dopo che ne era uscito nel 2012.

Mentre la lista nera non porta avanti sanzioni dirette, tutto questo fa danni alla credibilità di Alibaba, in un momento in cui la società vorrebbe espandersi maggiormente nel mercato americano.

Ma

Jack Ma e Donald Trump, l’incontro

Durante l’incontro con Donald Trump, Jack Ma ha promesso la creazione di un milione di posti di lavoro americani nei prossimi cinque anni. Mentre la squadra di Trump può dare il merito della promessa alle arti negoziatrici di Trump, in realtà Alibaba sta tentando di aumentare la propria presenza negli Stati Uniti, prima ancora che Trump si candidasse a presidente.

Nel Giugno del 2015, Ma ha lanciato una proposta ai piccoli imprenditori americani, chiedendo aiuto per l’inserimento della piattaforma nel mercato americano, connettendosi con i consumatori nel vasto mercato digitale. Nel suo discorso Ma ha menzionato alcune piccole aziende americane che sono state aiutate da Alibaba. Inoltre secondo Ma, con l’aumento del reddito in Cina, i consumatori cinesi chiedono sempre più prodotti di qualità superiore e dalla gamma diversificata, ed è su questo che devono puntare i produttori americani.

“La Cina è stata incentrata sulla esportazione negli ultimi 20 anni, e penso che nei prossimi 10 o 20 anni la Cina si incentrerà sull’importazione. La Cina imparerà a comprare, a spendere i soldi, e ad acquistare un sacco di cose a livello globale. E penso che le piccole imprese degli Stati Uniti, i prodotti a marchio americano, dovrebbero utilizzare Internet per entrare in Cina “, ha detto Ma.

Eppure, anche se Alibaba riuscisse ad attirare i piccoli imprenditori americani, non è chiaro come l’azienda riuscirà a creare 1 milione di posti di lavoro americani come promesso.

Ma

La CNBC afferma: “Come Etsy o eBay, Alibaba permette a venditori terzi in Cina di inserire le proprie aziende sul web. La società aveva solo 36,446 dipendenti a tempo pieno, quasi tutti in Cina, al 31 marzo, secondo i documenti depositati presso la SEC. Ma con più di 10 milioni di venditori attivi a partire dal 2015, Alibaba ha stimato che i suoi mercati al dettaglio in Cina “hanno contribuito alla creazione di oltre 15 milioni di opportunità di lavoro.”

Amazon, in confronto, aveva circa 230.800 dipendenti alla fine del 2015, anche se crea altri posti di lavoro attraverso i suoi venditori, appaltatori e servizi di supporto. Wal-Mart, che sta rafforzando la sua presenza on-line, impiega 2,3 milioni di soci in tutto il mondo, tra cui 1,5 milioni negli Stati Uniti, a partire dalla fine del 2016.

A seguito della riunione di Ma con Trump, le azioni di Alibaba sono in crescita di oltre l’1%. Per coloro che chiedono esattamente come l’incontro è stato organizzato, è importante notare che Jay Clayton, candidato di Trump a capo della SEC, è stato colui che ha portato il record di $ 24 miliardi IPO (initial public offers) di Alibaba sulla Borsa di New York nel 2014 .

Iride Ciaccia

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.