Nudisti aggrediti a colpi di fucile nel sud della Corsica

Un gruppo di nudisti in Corsica è stato cacciato dalla spiaggia a colpi di fucile.

0

Un gruppo di nudisti in Corsica è stato cacciato dalla spiaggia a colpi di fucile: ferita una trentenne italiana. Secondo quanto si sta ricostruendo, sono, infatti, iniziate le indagini sul caso. Il gruppetto di naturisti si trovava sulla spiaggia di Carataggio, nella città di Porto Vecchio, in Corsica.

Chiamata anche spiaggia di Tahiti, Carataggio è nota per essere una spiaggia frequentata da nudisti e dove, fino a quel momento, i naturisti si stavano godendo il sole e il mare.

Accanto allo stabilimento della spiaggia di Carataggio sorge, per l’appunto, il campeggio naturista la Chiappa ed è frequentata da nudisti. Si tratta di una pratica generalmente tollerata nella zona in cui è avvenuta la violentissima lite.

“Per il momento, l’ufficio del pubblico ministero è molto prudente, in quanto non esistono elementi per mettere sotto accusa il proprietario dello stabilimento”: così scrive Corse Matin. Per la France 3, circa dodici persone hanno dichiarato l’intenzione di presentare una denuncia, tra cui la donna italiana.

Secondo quanto si sta ricostruendo ufficialmente, mercoledì nella città di Porto Vecchio nel sud della Corsica, sulla spiaggia di Carotaggio, questo gruppetto di persone prendeva il sole senza nessun tipo di abbigliamento. La pratica ha destato l’attenzione e il disappunto di un ristoratore locale che si è avvicinato loro.

L’uomo li avrebbe prima intimiditi più volte, imponendo loro di rivestirsi e lasciare la spiaggia. Poi, dopo una discussione animata, è tornato dallo stabilimento dopo essersi armato di un fucile e ha cominciato a sparare sulle persone, ferendo appunto la giovane italiana al gluteo sinistro.

Avrebbe, dunque, prima intimato loro di rivestirsi, per poi allontanarsi. Le persone non si sono rivestite, così il ristoratore avrebbe deciso di tornare armato e sparare contro il gruppo di nudisti, colpendo la turista italiana.

L’aggressore è stato sentito dalla polizia locale che lo ha però rilasciato, vista la mancanza di elementi sufficienti per ritenerlo sotto accusa.

Emiliana Chiarolanza

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.