La periferia incontra Pasolini

Dalla parte di chi lotta per essere riconosciuto, dell'essere umano e dei suoi diritti.
Contribuisci a preservare la libera informazione.

DONA

Oggi la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma inaugura  il percorso espositivo che si chiuderà il 30 Luglio: La periferia incontra Pasolini,  progetto didattico avviato dalla Biblioteca Nazionale con gli studenti dell’I.I.S. E. Amaldi di Roma, vincitori del concorso “Articolo 9 della Costituzione”.  Cittadinanza attiva per superare la crisi attraverso la cultura e il patrimonio storico e artistico 2014-2015.

Il percorso è allestito nella galleria della biblioteca ed è composto da elaborati teatrali, multimediali, audiovisivi, testuali e grafici realizzati dagli studenti. Verranno approfonditi diversi aspetti della produzione pasoliniana  come Pasolini e Dante; Pasolini e l’arte; Pasolini e la mutazione antropologica; Pasolini e i luoghi del suo cinema; Pasolini e il sacro; Pasolini e lo sport; Pasolini traduttore. All’interno dell’area museale «Ragazzi leggeri come stracci» in Spazi900. Pier Paolo Pasolini dalla borgata al laboratorio di scrittura, aperta al pubblico lo scorso 4 novembre per i quarant’anni dalla scomparsa dello scrittore saranno proiettati i video: Che cosa sono le nuvole?; Comizi d’amore oggi; I giovani leggono Pasolini; La battaglia di Valle Giulia; Location ieri e oggi. Inoltre, il giorno dell’inaugurazione (oggi) saranno esposti dei prodotti creati dagli studenti  come tableaux vivants, giochi da tavolo e scatole d’artista.

Gli studenti hanno approfondito la conoscenza dello scrittore con la lettura di Ragazzi di vita e Una vita violenta, hanno partecipato nella Sala Conferenze della Biblioteca alle proiezioni di Accattone, Mamma Roma, La ricotta e Che cosa sono le nuvole?  (accompagnate dal dialogo con gli scrittori Giordano Meacci, Sandro Bonvissuto e Paolo Di Paolo) , all’incontro con Cecilia Mangini e alla visione dei suoi cortometraggi, mentre nella Sala 1 si è tenuta una  lezione della professoressa Graziella Chiarcossi sull’opera letteraria e cinematografica di Pier Paolo Pasolini.

Un’opportunità per gli studenti di conoscere una delle figure più rilevanti e scomode del 900 attraverso l’esperienza diretta dei luoghi pasoliniani.

La mostra sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 9:0o alle 19:00 e il sabato dalle 9:00 alle 13:00.

Pasolini vive, in ogni piccolo gesto che facciamo per lui.

Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.