La Camera Di Valentina 20: Brian Steinhoff e il porno da bollino verde

0

Brian Steinhoff: oltre il porno, meglio di un colouring book per bambini.

Brian Steinhoff
briansteinhoff.com

Brian Steinhoff adotta una modalità infantile per le sue opere, che abbiamo conosciuto tutti: tagliare e incollare le immagini dei giornali è qualcosa che, Valentina ne è certa, abbiamo fatto sempre, da piccoli. Quale fosse il fascino della cosa non si sa, ma era piuttosto divertente.

Al posto dei giornali, però, in questi lavori di Steinhoff ad essere tagliate e incollate sono fotografie alle quali vengono sovrapposti motivi decorativi di vario genere.

L’operazione digitale riguarda specifiche fotografie e sono i soggetti in esse i meno infantili dell’insieme: uomini e donne estrapolati da contesti pornografici – probabilmente da video -.

Brian Steinhoff si cura premurosamente di lasciare di loro solo la silhouette e di permettere a noi di immaginare cosa stiano facendo, sempre che non si preferisca, invece, contare i ghirigori all’interno delle figure – son preferenze -.

Questa operazione di collage rende la composizione estremamente ironica. Dell’immagine pornografica e volgare rimangono solo le linee, una vaga evocazione dell’atto, mentre il colore di pattern ripetitivi riempiono l’area.




La manipolazione digitale, quindi, permette alla nostra mente di non essere assolutamente sfiorata da alcun tipo di volgarità e di indurre una spontanea malizia che, evidentemente, ci appartiene.

Sia chiaro: i contorni che delineano il collage sono palesemente figure umane, dunque non ci ritroviamo a fare chissà quale lavoro di evocazione e intuizione; la beffa risiede, però, proprio nel moto che si innesca in noi: non stiamo guardando nulla di pornografico, eppure lo vediamo comunque.

Brian Steinhoff
briansteinhoff.com

Non c’è nulla di astratto, però noi astraiamo il pensiero e lo dirigiamo verso il pozzo profondo delle zozzerie. È in questo che sta lo scherzo di Steinhoff nei nostri confronti.

Brian Steinhoff
briansteinhoff.com

L’innocenza è innocenza e va preservata. Tuttavia, se un bambino, oggi, riuscisse a comprendere a fondo cosa rappresentino queste immagini, il problema sussisterebbe in quello che vede ogni giorno il bambino in questione.

Ci sono immagini talmente contorte e confusionarie che neanche Valentina le capisce bene, come fa una mente immacolata a carpire i loro messaggi “subliminali“?

La pornografia diventa nociva solo e se utilizzata in maniera inappropriata e senza una giusta comprensione. Al contrario, è solo una delle modalità veritiere di vedere il sesso.

Il resto, poi, è solo decorazione floreale. Giusto, Brian?

 

GDB

La Camera Di Valentina 19
18
17
16
15
14
13
12
11
10
09
08
07
06
05
04
03
02
01
00

Leave A Reply

Your email address will not be published.