5 successi per la salvaguardia degli animali: le conquiste del 2021

Ancora molto c’è da fare per il nostro pianeta e per la salvaguardia degli animali. Sono ancora moltissime le specie che rischiano di scomparire dal nostro pianeta e vanno protette. Tanto, però, è stato fatto: ecco i cinque successi più straordinari ottenuti quest’anno per la salvaguardia degli animali. 




Si sta per chiudere il 2021. Un anno dove la battaglia in difesa per l’ambiente sembra avere assunto un ruolo più centrale nelle decisioni politiche internazionali. Il numero delle specie a rischio continua purtroppo ad essere in pericolosa crescita, ma quest’anno sono arrivati anche alcuni importanti risultati. Ecco i più importanti.

Il panda non è più a rischio estinzione

Per valore simbolico è forse la notizia più importante di questo 2021. Il Panda giganti, simbolo del WWF, organizzazione in prima linea sul tema della difesa e tutela degli animali, non è considerata più una specie a rischio di estinzione. L’amato orsetto secondo la Cina è ora una specie vulnerabile. La guerra continua, certo: ma la battaglia, almeno per ora, vede la natura in vantaggio.

La lince pardina raddoppia

Secondo i dati del WWF questa specie originaria della penisola iberica è passata in un ventennio dai 94 esemplari rilevati nel 2002 agli oltre 1000 di quest’anno. Non ancora fuori pericolo, ma la strada è quella giusta.

La lotta per i rinoceronti paga

Sono tra gli animali più martoriati dall’inciviltà, la cattiveria e dal bracconaggio. Grazie agli sforzi collettivi però la popolazione dei rinoceronti registrano una crescita rispetto al passato: 752 gli esemplati di rinoceronte indiano riscontrati in Nepal. Più cento rispetto all’ultima rilevazione del 2015 (che era ferma a 645)

Sulle alpi vola il Gipeto

Più cinquanta per la popolazione di Gipeti nelle Alpi. 44 esemplari sono nati allo stato selvaggio sui cieli delle Alpi, altri sei sono stati rilasciati in libertà. Il rapace era stato messo al centro di un programma di reinserimento internazionale oltre trent’anni fa. La lotta prosegue con buoni risultati, ma è ancora lontana dall’essere chiusa.

Il coccodrillo siamese si riproduce dopo dieci anni

Il coccodrillo siamese è una specie in via di estinzione. Quest’anno, un team del WWF ha rilevato in Cambogia otto giovani esemplari della specie. E’ la prima riproduzione in natura di cui si ha testimonianza da oltre un decennio

Purtroppo, non tutte le specie hanno avuto un 21 positivo. Il numero di esemplari in pericolo di estinzione continua a crescere a dismisura. Perché concentrarsi sui risvolti positivi, allora? Per dimostrare che con lungo lavoro, il lavoro delle organizzazioni, e il contributo di ognuno di noi non è mai invano. Da piccole cose nascono grandi risultati. Per un 2022 dove il trend, finalmente, si inverta e i successi in termini di tutela degli animali smettano di essere notizia, ma diventino la regola.

Beatrice Canzedda

 

 

 

 

Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *