Riconoscere le differenze interculturali nelle indagini sull’ abuso sessuale infantile

Fattori razziali, etnici e culturali e oppressione dell'abuso sessuale infantile

0

Esiste una considerevole ricerca sull’ abuso sessuale infantile; tuttavia, pochi studi hanno esaminato il ruolo della razza, dell’etnia e della cultura in tali indagini. Le ricerche precedenti si sono concentrate quasi esclusivamente su diversi gruppi etnici e razze, vale a dire bianchi, neri e ispanici. Senza molto delineare le differenze dei sottogruppi culturali.

Inoltre, gran parte della ricerca esistente è in conflitto e manca di coerenza nell’uso dei termini etnici e razziali e nell’identificazione delle variazioni culturali tra i gruppi principali. Tale mancanza  va a intaccare anche le indagini sulle accuse di abuso sensuale. Ciò non toglie che alcuni recenti rapporti riassumono e analizzano l’ abuso sessuale infantile in relazione a fattori razziali, etnici, culturali e di altro tipo. Relativi alle popolazioni afroamericana, ispanica e asiatica. Dove viene presentata anche una critica delle attuali debolezze della letteratura, incluse le contraddizioni e le raccomandazioni per la ricerca futura.

Le accuse di abusi sessuali su minori sono alcuni dei casi più difficili da indagare a causa della mancanza di prove corroboranti. Spesso non ci sono marcatori fisici. Le ferite mediche spesso guariscono prima ancora che l’accusa sia fatta, e gli addetti nel sistema giudiziario dipendono dalla completezza e dall’accuratezza dei denuncianti.

La diversità culturale in molti paesi europei apporta un ulteriore livello di complessità a queste indagini. Le differenze di lingua e valori e pratiche culturali possono influenzare il modo in cui, e se, i bambini possono articolare le accuse. In questo rapporto speciale, l’esame delle famiglie del sud-est asiatico in Canada viene utilizzato come esempio di alcune delle questioni coinvolte nelle indagini sugli abusi sessuali su minori nelle società multiculturali.




Il sistema del valore culturale

Gli immigrati dall’Asia orientale costituiscono il 14,2% del numero totale di immigrati in Canada. Gli individui tendono a concettualizzare se stessi in modi conformi ai loro valori culturali, che fungeranno da guida generale che dirige i loro processi generali di memoria e il comportamento in generale.

Comparativamente, le culture dell’Asia orientale enfatizzano l’armonia sociale e la connessione familiare, mentre la cultura nordamericana tradizionalmente valuta l’indipendenza e l’autonomia.

Ci concentriamo qui in particolare su tre aree di interesse rispetto alle indagini sull’ abuso ai minori:

1) differenze culturali che possono influire sul percorso di divulgazione degli abusi sessuali.
2) Differenze culturali che possono modellare il ricordo della memoria dei bambini.
3) Differenze linguistiche che riducono le possibilità che i colpevoli siano accusati o perseguiti.

  • In che modo i valori culturali influenzano la divulgazione

Secondo gli studi di incidenza canadesi, il tasso di segnalazione di abuso sessuale nei bambini asiatici canadesi è sproporzionatamente basso. Rispetto ai bambini caucasici e ad altre minoranze visibili (ad es. Popolazioni indigene) in Canada.

L’importanza suprema della famiglia come unità e la valutazione dell’armonia di gruppo sui bisogni personali possono ridurre la divulgazione degli abusi sessuali. Le opinioni occidentali sono più trincerate nella giustizia per l’individuo (il bambino, l’autore) che può, rispetto alle famiglie dell’Asia orientale, aumentare la probabilità di rivelazione. Da parte delle presunte vittime o dei loro genitori.

  • In che modo i valori culturali influenzano i ricordi

In alcuni rapporti (Qi & Roberts, 2018), si è scoperto che i bambini in Cina ricordavano gli aspetti più sociali di un evento.  (Cosa facevano il gruppo, relazioni nel gruppo, ecc.). Mentre i bambini in Canada ricordavano più personale e dettagli individualistici dello stesso evento. Ad esempio, le proprie azioni ed emozioni. Le descrizioni non variano in termini di precisione, ma piuttosto nel tipo di informazioni che è stato richiamato.

  • In che modo la lingua influisce sulle descrizioni degli eventi

Nella lingua inglese, gli eventi sono inquadrati utilizzando marcatori temporali come: ieri, la scorsa settimana, il mio compleanno o variando il tempo. ‘Sono andato a casa di mio padre’ significa un evento che è successo. Mentre ‘Sto andando a casa di mio padre’ implica che l’evento è attualmente in movimento. Il cinese (mandarino), tuttavia, è un linguaggio senza morfologia tesa e solo riferimenti indiretti al tempo, come il contesto di una conversazione. Inoltre, l’uso di le può seguire un verbo: “Vado [ le ] a scuola” per indicare “Sono andato a scuola”; e zai potrebbe essere aggiunto per riflettere ‘I [ zai] vai a scuola ‘-‘ Sto andando a scuola ‘.




Queste forme, tuttavia, non vengono sempre utilizzate perché non sono componenti obbligatori di una frase cinese completa. Pertanto, l’indicazione non esplicita e spesso ambigua del tempo in una tipica conversazione cinese. Può creare ulteriori sfide per raccogliere testimonianze in un sistema giudiziario occidentale.

Culture diverse hanno molto da imparare l’una dall’altra

In questo speciale rapporto, è stato utilizzato l’esempio delle sfide che i giovani immigrati dell’Asia orientale affrontano in un sistema giudiziario occidentale. Le questioni sollevate, tuttavia, sono altrettanto applicabili quando la lingua o la cultura differiscono nei contesti investigativi. Anche quando gli interpreti possono tradurre tra le lingue dei migranti e dei paesi ospitanti, gli errori sono chiaramente possibili date le differenze fondamentali nella cultura e il suo impatto su come vengono descritti i ricordi.

I sistemi di giustizia occidentali preferiscono la descrizione di singoli incidenti. Qualcosa che potrebbe essere concettualmente diverso da come sono descritti i ricordi in altre culture. È importante essere entrambi appropriati all’età e culturalmente appropriati nelle indagini sull’ abuso sessuale su minori. Culture diverse hanno molto da imparare l’una dall’altra.

 

Felicia Bruscino

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi