Rifiutata l’acqua al cane guida di un cieco. È polemica in Inghilterra

Fonte immagine : https://www.animalidacompagnia.it/rassegna_stampa/inghilterra-locale-rifiuta-di-dare-lacqua-a-cane-guida-scoppia-la-polemica/
0

Per i non vedenti che si avvalgono dell’utilizzo di cani guida, questi animali non sono dei semplici amici pelosi che fanno compagnia. Un cane guida è un vero e proprio assistente che oltre a sviluppare un legame affettivo con la persona non vedente, la aiuta a vivere in modo autonomo ed indipendente la propria vita. Partendo da questo presupposto, l‘importanza del cane guida per la vita del non vedente dovrebbe essere universalmente assodata ma purtroppo non è così. L’ultima polemica collegata alla discriminazione di uno di questi cani riguarda un bar inglese.

La vicenda





Succede a Exmouth, nel Devon, in Inghilterra. Oliver Gibbons, 40 anni, non vedente entra in un bar e chiede un po’ d’acqua per il suo cane guida, Sydney. La richiesta viene però respinta. Helen Fox, amica di Gibbons ha spiegato così l’accaduto in una dichiarazione rilasciata all’Exmouth Journal e riportata da “La Stampa”

«Faceva molto caldo, Sydney aveva lavorato molto quel giorno e così abbiamo deciso di levargli il guinzaglio.  Ci siamo fermati in questa caffetteria, abbiamo chiesto dell’acqua per l’animale, ma loro hanno risposto di no. Ho provato a fargli capire in tutte le maniere che era un cane guida, ma non c’è stato verso».

Così, il locale in questione, appartenente alla nota catena “Caffè Nero” si è ritrovato al centro delle polemiche. Vigorose proteste sono arrivate dall’associazione locale Guide Dogs South West che ha definito l’evento “vergognoso” dichiarando che i cani che offrono sostegno a persone con disabilità dovrebbero essere trattati con maggior riguardo.

I responsabili di “Caffè Nero” si dichiarano stupiti dell’accaduto in quanto negare l’acqua ad un cane guida “non fa parte della politica dell’azienda.” Inoltre,”Caffè Nero” ha garantito che indagherà sul fatto in questione, facendo il necessario affinché non si ripeta più.

E in Italia? Cosa prevede la legge

Fin qui, quanto accaduto in Inghilterra. Per quanto riguarda il nostro Paese, le norme a tutela dei cani guida ci sono. Tra le disposizioni più importanti troviamo il diritto per questi animali di avare accesso a mezzi di trasporto e locali pubblici. I problemi nascono quando i livelli di rispetto e di comprensione umana calano. La speranza è che un giorno non ci sia più bisogno di parlare di notizie simili.

Gessica Liberti

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi