L’acqua di Marte sta scomparendo molto velocemente

0

Marte sta perdendo acqua, questa non è una novità, ma ora dal CNRS (l’equivalente francese del nostro CNR) arriva notizia di una ricerca pubblicata su Science che ha rivelato che l’acqua di Marte sta scomparendo molto più velocemente di quanto credevamo.
Il ritmo con cui il piccolo pianeta rosso sta perdendo acqua si è rivelato molto superiore a quello dei modelli e suggerito dalle osservazioni precedenti.
Ma perché Marte perde acqua? E dove va a finire? Semplicemente perché è piccolo e dunque la sua attrazione gravitazionale è poco più di un terzo di quella terrestre, per la precisione l’accelerazione gravitazionale alla superficie è 3,711 m/s2 contro i 9,807 m/s2 della Terra.
Quanto sopra fa si che quando, proprio come sulla Terra, l’acqua sale nell’atmosfera in forma di vapore e venendo investita dai raggi del Sole si scinde in idrogeno e ossigeno questi atomi leggeri non possono essere trattenuti dalla flebile gravità marziana e si perdono nello spazio.



Ora un team ricercatori internazionali, guidato in parte da Franck Montmessin del CNRS, ha scoperto che a un’altitudine di 80km nell’atmosfera marziana si registra presenza di vapor acqueo in quantità e proporzioni inaspettate.
Le misurazioni indicano che ci sono larghe sacche di atmosfera che sono in supersaturazione contenendo dalle 10 alle 100 volte più vapore d’acqua di quanto la temperatura dovrebbe permettere.
In estrema sintesi: i complessi modelli della circolazione atmosferica prevedevano che una certa quantità di vapore (cioè acqua allo stato gassoso) potesse finire nell’alta atmosfera marziana laddove è vulnerabile ai raggi del Sole nella maniera spiegata, invece dalle nuove osservazioni risulta che durante la stagione calda e ventosa l’acqua che finisce lassù è molta di più.
Le rilevazioni sono state effettuate grazie alla sonda Trace Gas Orbiter che fa parte della missione Exomars, una collaborazione tra l’ESA (agenzia spazia europea) e l’agenzia spaziale russa Roscosmos.
Che vuol dire dal punto di vista pratico per le future missioni umane il fatto che l’acqua di Marte sta scomparendo più velocemente ? Nel breve/medio periodo probabilmente nulla, ma se qualcuno conta di colonizzare Marte facendo affidamento sulle riserva del pianeta per quanto riguarda l’approvvigionamento d’acqua sarà il caso tenga conto che il pianeta rosso la sta perdendo relativamente in fretta.

Roberto Todini 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi