Amatrice: inaugurata la nuova biblioteca digitale

Dopo il terremoto, arriva la biblioteca digitale per la rinascita del piccolo comune italiano

Nella giornata del World Book Day, grazie alla collaborazione tra Amazon e l’Università di Udine, apre la biblioteca digitale nel cuore del paese terremotato. Ad Amatrice sono stati donati 20 eReader Kindle, senza considerare i mobili, tavoli da lettura e libri cartacei.

Fonte: Twitter AmazonNewsEU
0

La biblioteca digitale si realizza a partire da un’idea dei docenti e studenti dell’Università di Udine, con il progetto universitario “Un eBook per Amatrice”. Questo è uno dei tanti progetti per la rinascita di Amatrice che grazie al supporto dell’azienda Amazon – leader nell’e-commerce – si è concretizzato con l’inaugurazione ufficiale nella giornata mondiale dedicata ai libri.

Da “un Ebook per Amatrice” alla biblioteca digitale

Protagonisti di questa vicenda sono gli studenti dell’Università di Udine. Nello specifico quelli dei corsi di laurea triennale e magistrale in Relazioni pubbliche e Comunicazione integrata per le imprese e per le organizzazioni. Prima di realizzare la biblioteca digitale, gli studenti hanno creato una piattaforma online, dove chiunque può devolvere un ebook, alla città colpita dal sisma. Tutti i titoli totalizzati dal portale universitario, sono poi stati trasferiti nei Kindle regalati da Amazon.

Stiamo realizzando un sogno. Quello di aiutare concretamente un territorio colpito oggi dal terremoto come quaranta anni fa il nostro. Lo facciamo imparando insieme, attraverso un laboratorio didattico trasversale a più corsi di laurea, che unisce didattica, ricerca e azione, e confrontandoci con il team PR di Amazon in Italia.

Nicola Strizzolo, docente e promotore del progetto laboratoriale dell’Università di Udine.

Il progetto “Un eBook per Amatrice” è un puro esempio di didattica trasversale. Gli studenti che ogni giorno apprendono in aula le nozioni chiave della comunicazione e delle relazioni pubbliche (in questo caso), sono stimolati e hanno la possibilità di mettersi in gioco, mostrando il proprio contributo per una nobile causa.



Il supporto di Amazon nel progetto

Amazon è da sempre vicina ai suoi dipendenti e clienti, per questo ricambia spesso il supporto ricevuto dalle comunità locali, attraverso diverse iniziative che sono in linea con la sua mission aziendale. La donazione per la realizzazione della biblioteca digitale, rientra a tutti gli effetti, nelle azioni meritevoli di “Amazon nelle comunità”.

Questa donazione ha un significato particolare, vuole estendere il più possibile l’accessibilità alle opportunità che siamo in grado di offrire. I kindle nascono con la finalità di portare la lettura digitale e facilitare, anche nei luoghi più remoti, l’accesso alla cultura sfruttando la comodità di un archivio digitale.

Giulia Poli, Head of Kindle Content per Amazon in Italia.

Gli strumenti digitali, come i kindle e l’archiviazione digitale, possono accelerare la rinascita di Amatrice, colpita duramente dalla scossa sismica del 2016.

La biblioteca digitale nel World Book Day

Inaugurata il 23 aprile nel World Book Day, la nuova biblioteca digitale sorge al centro del borgo, davanti al palazzo del Comune. Amazon ha fornito 20 eReader Kindle, mobili, tavoli da lettura e tanti libri cartacei, in collaborazione con l’Università di Udine. La biblioteca è costituita da sei moduli container donati dal leader nel settore logistica in Italia e in Europa, Vailog ed Engineering 2K.

Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, all’interno della nuova biblioteca digitale. Fonte: dcommerce.it

Al taglio del nastro il sindaco della città, Sergio Pirozzi, ha manifestato tutta la sua commozione per la nuova biblioteca digitale. Ha ricordato la vecchia biblioteca comunale, nella chiesa di San Giuseppe, andata distrutta con il terremoto. Ringraziando Amazon per il suo contributo nel progetto, sottolineando che tutti gli abitanti hanno bisogno di un luogo simbolo di cultura, socializzazione e punto di riferimento.

Il progetto è la dimostrazione che le grandi aziende come Amazon, possono collaborare con le università e quindi con i giovani, permettendogli di sviluppare le competenze pratiche, fino a costruire progetti di grande solidarietà come la biblioteca digitale di Amatrice.

Alessia Primavera

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi