Ambra Angiolini compie quarant’anni

Dalla parte di chi lotta per essere riconosciuto, dell'essere umano e dei suoi diritti.
Contribuisci a preservare la libera informazione.

DONA

Ambra Angiolini (Roma, 22 aprile 1977) compie quarant’anni e lo fa ricordando Gianni Boncompagni, morto qualche giorno fa nella Capitale. A lui, al creatore di tanti contenitori d’intrattenimento, l’Angiolini deve tutto. Venne scelta fra tante come rappresentante di tutte le ragazzine che con lei riempivano lo schermo di Italia Uno. Chi ha vissuto gli anni novanta ricorderà bene il suo fare un po’ antipatico e le sue canzoncine pop.

Ambra è stata la compagna di tanti pomeriggi televisivi di adolescenti pronti a studiare o a rimandare la lettura di un testo scolastico. Ambra era “Non è la Rai” anche più del suo ideatore. L’auricolare da cui lui le imponeva battute e tempi, risate e parole si è spento anni fa. Eppure la ragazzina di allora è riuscita ad imporsi in un mondo – quello dello spettacolo – che visto da fuori sembra nascondere tantissime insidie. La ragazza è diventata donna, la donna è divenuta madre… e le battute una volta dettate da Boncompagni adesso sono copioni di film. Ora è Ambra a scegliere il personaggio che più le si addice.

Al momento è impegnata con il serale del famoso talent show “Amici” nelle vesti di giudice mentre al cinema è  protagonista della pellicola “La verità, vi spiego, sull’amore”. Il film, diretto dal regista romano Max Croci, è una commedia sul divorzio e sulla fine di un amore. Dora ha due figli e un matrimonio giunto al capolinea. Riuscirà a ritrovare la serenità? L’amore che provava per suo marito Davide si è dissolto? Al cinema le risposte.

A breve Ambra sarà con Pupi Avati sul set di “Il fulgore di Dony”. Il prossimo decennio la vedrà ancora al cinema e sui palcoscenici teatrali oppure si reinventerà come ha fatto in passato? Probabilmente, visto l’innato talento, proseguirà con la carriera cinematografica, seppellendo definitivamente l’Ambra di 25 anni fa. Quella con l’auricolare.




Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.