2019 LD2: un asteroide insolito al seguito di Giove

0

La scoperta dell’ennesimo asteroide nel nostro Sistema Solare non dovrebbe essere una notizia, a  meno che non sia in rotta di collisione con noi, ma 2019 LD2 è un asteroide insolito, abbastanza da giustificare l’interesse di almeno due centri di osservazione.
La notizia la leggiamo sul sito dell’Università delle Hawaii a Manoa che gestisce il telescopio ATLAS (Asteroid Terrestrial-impact Last Alert System ) un sistema il cui compito è scandagliare ogni notte l’intero cielo per individuare asteroidi  non scoperti in precedenza in imminente impatto con la Terra,
ATLAS però scandagliando tutto il cielo ha scoperto un sacco di cose interessanti, non solo asteroidi vicini alla Terra, alcuni dei quali potenzialmente pericolosi, ma anche comete e perfino supernove.
Ad inizio giugno del 2019 ATLAS ha individuato un asteroide a cui fu data designazione 2019 LD2, osservazioni successive in quello stesso mese e a luglio, effettuate con lo stesso ATLAS ma anche da un altro gruppo di scienziati con il network di telescopi Las Cumbres Observatory (LCO) mostrarono che l’asteroide ha natura cometaria, cioè emette gas.
I tempi in cui asteroidi e comete venivano visti come oggetti profondamente diversi sono passati da un pezzo, l’astronomia è ora nell’epoca del crossover, cioè si sono scoperti asteroidi che in certe condizioni, in qualche misura emettevano stabilmente gas.



Allora, direte voi, perché 2019 LD2 è un asteroide insolito?
Perché 2019 LD2 è un asteroide troiano di Giove. Gli asteroidi troiani sono corpi che condividono la stessa orbita di un pianeta (la Terra ne ha almeno uno, Giove centinaia) ma non collidono con lui perché sono posti in orbita stabile nei punti di Lagrange, precedono o seguono il pianeta con un angolo di 60°. Il fatto è che non si è mai osservato un asteroide troiano “sbuffare”, gli scienziati ritengono che Giove abbia catturato i suoi asteroidi troiani miliardi di anni fa, a quest’ora tutto il ghiaccio superficiale che giustificherebbe questo comportamento cometario dovrebbe essere evaporato. Allora come si spiegano le emissioni di gas di 2019 LD2?
Gli scienziati ritenevano da tempo che gli asteroidi troiani potessero contenere ghiaccio al loro interno, due possibili ipotesi per cui 2019 LD2 abbia iniziato a mostrare comportamento cometario ora sono:
_ la prima è che fosse su un’orbita più lontana da Giove, che solo in tempi recenti il gigante l’abbia avvicinato a se e che quindi si sia iniziato a fondere ghiaccio superficiale prima al sicuro;
_ la seconda è che un recente impatto con un’altro corpo abbia provocato uno smottamento ed esposto del ghiaccio prima protetto sotto la superficie (e questo dunque confermerebbe l’ipotesi sul ghiaccio intrappolato sotto la superficie degli asteroidi troiani.

Roberto Todini

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi