Attacco di cornacchie a Torino: peggio di un film di Hitchcock

I genitori dei piccoli di cornacchia sono i classici italiani che difendono i loro figli

0

Chi non ricorda l’attacco di cornacchie del film “Gli uccelli” di Alfred Hitchcock? Bè, forse qualcuno non avrà visto la celebre pellicola ma di sicuro ne ha sentito parlare ed è un po’ quello che sta accadendo a Torino.

Cosa succede a Torino




Durante questo periodo i pulcini delle cornacchie si allontanano dai loro nidi per effettuare i primi voli. Ma, proprio come un bambino che impara a camminare, anche questi piccoli uccelli, cadono.

E i genitori non ci stanno! Ormai avvezzi alle caratteristiche tipiche del genitore medio italiano, anche i papà e mamme cornacchie proteggono i loro figli.

Tre persone si sono ritrovate con la cute del cuoio capelluto graffiata dal becco delle cornacchie e, per fortuna, nessuno di loro è grave. Tuttavia all’ufficio Tutela Flora e Fauna della metropoli e ai vigili del fuoco sono arrivate centinaia di chiamate che dichiarano attacchi da parte di questi uccelli.




L’attacco delle cornacchie e la spiegazione scientifica

Uccelli minacciosi che volano sopra le teste dei torinesi non sono una novità perché il fatto accade ogni anno. Date le continue telefonate agli uffici di competenza, le autorità hanno pensato bene di fornire alcune spiegazioni.

Un esperto del Nucleo Tutela Flora e Fauna di Torino, Leone Ariemme, ha dichiarato che:

Le cornacchie non sono diventate aggressive all’improvviso, ma cercano di proteggere i loro cuccioli che sono usciti dal nido. I primi voli sono i più difficili e può capitare che il cucciolo cada a terra e i genitori continuino ad occuparsi di lui. I genitori li proteggono dall’alto sorvolando la zona e scendono per imbeccarli

I genitori dei pulcini, quindi, cercano di proteggere i piccoli dai predatori, ossia i cittadini di Torino. Questo accadrà per circa una settimana, il periodo di tempo necessario affinché i piccoli di cornacchia riusciranno a cavarsela da soli.




L’esperto dell’ufficio Flora e Fauna di Torino dà alcuni consigli. Spiega che in primo luogo è sufficiente allontanarsi dal pulcino e non toccarlo. Le cornacchie, infatti, in genere volano a pochi metri di distanza dalle persone sono per minacciarle e non per attaccarle.

I vigili del fuoco non sono obbligati ad alcun tipo di intervento perché la situazione durerà solo qualche giorno.

Nessun allarme, quindi, “Gli uccelli” di Hitchcock rimane ancora solo un bel film… per ora.

 

Elena Carletti

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi