Al via Atypical: la nuova serie tv Netflix sull’autismo

Da oggi è disponibile sulla piattaforma Netflix un nuovo telefilm che guarda al mondo “atipico” dell’autismo con un po’ di ironia

Fonte: https://i.ytimg.com/vi/ieHh4U-QYwU/maxresdefault.jpg
0

Oggi 11 agosto è la data di lancio del nuovo show Netflix Atypical. Scritta da Robia Rashid, già autore di The Goldbergs e interpretata da Keir Gilchrist sarà composta da 8 episodi della durata di un’ora l’uno. La serie, come già sottolineato dal nome, punta ad essere un progetto nuovo e originale, che cercherà di guardare al mondo dell’autismo con uno sguardo più disteso e ironico.




La trama

Il protagonista della serie sarà Sam, un ragazzo autistico di 18 anni che cerca di trovare l’indipendenza e l’amore. Sullo sfondo troveremo tutti gli altri componenti della sua famiglia a fare da contorno. Inizia così il divertente viaggio introspettivo del ragazzo alla ricerca di se stesso. Non mancheranno domande imbarazzanti ma, tutto sommato, perfettamente normali ai danni della famiglia.

Le situazioni che si creeranno porteranno tutti i membri della famiglia a chiedersi cosa sia realmente la “normalità”. In questo scenario conosceremo anche suo padre Doug, che cercherà il più possibile di avvicinarsi al figlio cercando di stabilire un legame per entrare in contatto con lui. Sua madre Elsa sarà, invece, più presa dalla preoccupazione di cosa il mondo possa riservare al figlio e sarà coinvolta in cambiamento personale.

Di seguito le immagini del trailer:

 

 

Il cast di Atypical

Oltre al già citato Keir Gilchrist nelle vesti di Sam, troveremo la candidata all’Oscar Jennifer Jason Leigh nel ruolo della madre, Elsa. Nel ruolo di Doug ci sarà Michael Rapaport, mentre nella parte della sorella bizzarra di Sam, troveremo Brigette Lundy-Paine. Infine sarà presente anche la terapista di quest’ultima di nome Julia che sarà interpretata da Amy Okuda.

Atypical dinner
Fonte: http://www.indiewire.com/wp-content/uploads/2017/06/atypical_ss_069_r2.jpg?w=780

 

Questa serie, se non altro, cerca di affrontare una tematica molto attuale della nostra società. Se però da un lato è ancora presto per dare giudizi qualitativi sullo show, dall’altro non si può negare che sia qualcosa di davvero interessante. Anche il semplice fatto che cerchi di affrontare il tutto con un sorriso, anziché con una lacrima credo renda il tutto davvero molto apprezzabile.

 

Emanuele Algieri

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi