Australian Open, breve storia dello Slam snobbato per anni

I migliori giocatori al mondo si sono rifiutati di parteciparvi per molto tempo. A pochi giorni dal via, ecco una breve storia!

0

Il tennis è l’unico sport al mondo che insegue il sole. Ecco quindi che di volta in volta il circuito ATP e WTA si trasferiscono in blocco nella parte del mondo in cui regna l’Estate. E in pieno Gennaio, tutti in Australia! Inizia la stagione, c’è il primo Grande Slam dell’anno: da lunedì 14 si gioca l’Australian Open!

Breve storia degli Australian Open

Dei 4 tornei dello Slam l’Australian Open è quello con meno storia, nonostante la prima edizione maschile si disputò nel 1905 e quella femminile nel 1922. E’ il torneo snobbato per anni dai migliori giocatori a causa della sua scomoda collocazione geografica e conseguente difficoltà di spostamento.

Nello scorso secolo, per molti anni raggiungere l’Australia non fu affatto facile: pensate che i primi giocatori che vi giunsero in aereo furono i giocatori della squadra U.S.A. di coppa Davis, nel 1946! E le difficoltà non finivano certo una volta giunti a destinazione: lo spostamento fu sempre difficoltoso a causa dell’enorme estensione territoriale dell’Australia, dove, senza aereo, si poteva viaggiare solo in treno!

Tutto questo, insieme alla collazione temporale indigesta (tra Natale e Capodanno) e un montepremi poco invitante, ha influito a tenere alla larga dal torneo i migliori giocatori del mondo a vantaggio degli atleti locali.



Jack Crawford (4 vittorie), Roy Emerson (6 vittorie), John Newcombe, Ken Rosewall: questi sono i nomi dei maggiori giocatori che vinsero il torneo nei primi decenni. Con tutto il rispetto, non sono proprio giocatori passati alla storia del tennis! Vanno però citati altri due nomi: Mark Edmonson e (giù il cappello) Rod Laver.

Mark Edmondson vinse il torneo nel 1976 e passò alla storia per due ragioni: fu l’ultimo australiano a vincere il torneo e il giocatore dalla classifica più bassa ad aggiudicarsi un torneo dello Slam (era il numero 212 al mondo e vincendo non si avvicinò nemmeno alla top ten!).

Rod Laver è da tutti considerato come uno dei più grandi tennisti di tutti i tempi. E’ l’unico giocatore al mondo ad aver conquistato due volte il Grande Slam in singolare, prima come dilettante, nel 1962, e poi nella formula Open (aperta ai professionisti) nel 1969.

Australian Open, arriva il grande tennis

Il 1988 è l’anno della svolta. L’Australian Open cambia tutto. Si gioca a Gennaio e non più a Dicembre, la sede diventa il Flinders Park (ora Melbourne Park, dove si gioca ancora oggi) e la superficie di gioco passa dall’erba al cemento.

Tutto questo cattura l’attenzione dei top players che da allora difficilmente rinunciano al torneo australiano. Ovviamente i problemi del passato, trasporto e montepremi, sono stati brillantemente risolti…

Da lunedì quindi ecco che riparte la stagione. I favoriti sono sempre loro Djokovic, Nadal e Federer (vincitore delle ultime due edizioni) su tutti. Poi Zverev e Thiem, senza escludere i giocatori di casa e qualche altro giovane rampante come Khachanov, Coric, Tsitsipas.

Il regno dei Grandi un giorno dovrà pur finire…

Alberto Pastori

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi