Banksy e l’opera che si è autodistrutta aumentando di valore

“Ragazza con palloncino” è passato in un tritacarte nascosto nella cornice dopo essere stato venduto all’asta

L’opera era stata acquistata per un milione di sterline.

Fonte: https://www.etsy.com/it/listing/475707960/ce-sempre-speranza-ragazza-con
0

Banksy, noto street artist, ne ha combinata un’altra. È sua, infatti, l’opera che si è autodistrutta poco dopo essere stata venduta all’asta per un milione di sterline.

Durante l’asta di Sotheby’s a Londra, una delle opere più rappresentative dello street artist, “Ragazza con palloncino”, originariamente dipinta in un murale a Londra nel 2002, si è animata passando attraverso un tritacarte nascosto all’interno della cornice che la racchiudeva, distruggendosi in numerose striscioline mentre nella sala suonava un allarme. Alex Branczik, uno dei dirigenti di Sotheby’s, ha commentato: «Siamo appena stati banskyzzati. È senza dubbio il più grande street artist britannico, e questa sera abbiamo assistito a una parte della sua genialità», aggiungendo: «Non ci è mai capitata una situazione simile in passato… dove un quadro si distrugge spontaneamente dopo aver raggiunto un quasi record per l’artista. Siamo impegnati a capire che cosa possa significare nel contesto di un’asta».

Lo zampino di Banksy

Probabilmente, dietro l’autodistruzione dell’opera si nasconde lo stesso Banksy. Alcune persone, infatti, dicono di aver visto un uomo vestito di nero con tanto di occhiali da sole e cappello parlare con la sicurezza poco dopo l’incidente. Giocando sul fatto che nessuno conosce la sua vera identità, quindi, Banksy avrebbe potuto nascondersi tra il pubblico e azionare dall’interno della sala il processo di autodistruzione. Quest’ipotesi sembra essere confermata anche dal fatto che il profilo Instragram dell’artista ha rivendicato il gesto.




L’opera è aumentata di valore?

Il gesto, sicuramente eccentrico, è ancora più simbolico tenendo conto che l’opera era appena stata venduta telefonicamente all’asta per 1.042.000 sterline (1,18 milioni di euro). Banksy è noto in tutto il mondo non solo per il suo attivismo sociale e politico, ma anche per il mistero che lo circonda (nessuno, infatti, sa chi sia davvero lo street artist) e per l’opposizione alla commercializzazione delle sue opere. Non sorprende, quindi, che Banksy abbia utilizzato la sua creatività per ribellarsi alla vendita di un suo dipinto, soprattutto dal momento in cui spesso l’artista fa leva sull’ironia e la sovversione. L’aspetto irriverente del suo lavoro, però, ha scatenato una domanda legittima: l’opera, dopo la performance, è aumentata di valore o l’acquirente merita un rimborso? Sotheby’s non è in grado di rispondere al quesito, ma ci fa sapere che «Abbiamo parlato con l’acquirente che è rimasto sorpreso. Stiamo discutendo cosa fare ora».

Margaret Petrarca

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi