Bari sostenibile: il Comune premia chi si sposta in bici. Ecco la startup Puglia Pin Bike

Un’idea per monitorare la mobilità urbana e renderla sempre più sostenibile.

0

Quando l’innovazione incontra la creatività, nascono idee che fanno bene all’ambiente. È questo il caso della startup Puglia Pin Bike, un sistema che incentiva la mobilità sostenibile: chi si sposta in bici sarà premiato, ottenendo un rimborso grazie al sistema di controllo telematico diretto e costante. Bari sostenibile si fa realtà concreta, vediamo in che modo.

Come funziona

Per certificare gli spostamenti, è necessario munirsi di un device hardware antifrode, in grado di stabilire il percorso effettuato. Il kit messo a disposizione del cittadino, prevede i seguenti strumenti: un dispositivo bluetooth per la propria bicicletta, un’app da installare sul proprio cellulare, un supporto per lo smartphone sul manubrio e una luce led di segnalazione. Il portale di gestione è dotato di una mappa della città per valutare le strade con più afflusso di bici.

I punti ottenuti da chi aderisce all’iniziativa potranno essere doppi o tripli, secondo criteri quali le fasce orarie o i periodi dell’anno, e saranno spendibili con iniziative garantite dal committente (l’Amministrazione o l’Impresa) e dagli esercenti della rete (locale e nazionale). In concreto, il buono economico può essere speso nelle attività commerciali della città che aderisce.

Per un modello di Bari sostenibile, questa iniziativa si inscrive nell’ambito del progetto MUVT (Mobilità Urbana Veloce e Tecnologica), offrendo la possibilità di ricevere fino a 20 centesimi di rimborso per ogni chilometro percorso. L’interesse per questo progetto si estende ai comuni di Roma, Torino, Cremona, Fabriano, Monza, Messina e Pescara. Oltre ad incentivare la mobilità sostenibile, si offre alla Pubblica Amministrazione un sistema moderno ed efficiente di monitoraggio per la pianificazione del traffico cittadino. 




Innovazione sociale e tecnologica

Il Ceo e fondatore della startup, Nico Capogna, sottolinea la portata di questo progetto in cui innovazione tecnologica e sociale vanno di pari passo. L’obiettivo è quello di educare alla sostenibilità senza perdere di vista il ruolo delle tecnologie, che meglio e di più possono portare alla ribalta importanti e delicate tematiche come queste. Non solo sensibilizzare e rendere consapevoli i più, ma anche e soprattutto concretizzare azioni all’avanguardia: con Puglia Pin Bike, Bari si fa sostenibile.

Va detto che ci sono dei predecessori europei in questo ambito. Ad esempio Francia e Belgio da anni mettono a disposizione incentivi di questo tipo.  Per di più l’Olanda, che avrebbe ben poco da preoccuparsi sui temi della mobilità ciclistica, metterà a punto un rimborso di 19 centesimi a chilometro, riscattabile come detrazione fiscale.

Pin Bike continua a ottenere riconoscimenti: già vincitrice del bando Pin – Pugliesi Innovativi, ha poi ottenuto la StartCup Puglia 2018 e il Premio PA Sostenibile 2018 . Più recente è invece il premio di Legambiente come buona pratica progettuale d’impresa nella tappa barese del Treno Verde 2019.

Martina Monti

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi