NBA e Progresso Tecnologico: Arrivano i Big Data

Arriva WHOOP, la nuova tecnologia che aiuterà le franchigie, a tener sotto controllo le prestazioni e lo stato di salute dei propri giocatori.

0

NUOVE TECNOLOGIE

Tra i tanti cambiamenti proposti quest’anno per l’NBA, c’è anche quello riguardante le nuove tecnologie.

Nella prima parte di regular season infatti, alcuni giocatori sono stati sorpresi mentre utilizzavano un particolare dispositivo, per il controllo dei propri dati fisici.




il dispositivo in questione, si chiama WHOOP ed è un Big Data.

WHOOP  è un dispositivo biometrico, sotto forma di braccialetto, come tanti altri che tiene traccia di dati come: frequenza cardiaca, temperature della pelle e altre misure simili e in sostanza aiuta i giocatori, che spesso lo usano fuori dal campo, a capire come e cosa correggere nel loro stile di vita e di conseguenza nelle loro prestazioni.

Questo è un vero e proprio passo in avanti per lo sport, e a quanto pare l’NBA, che inizialmente era diffidente verso questo tipo di tecnologie, ora sembra essersi convinta che sia indispensabili per migliorare il gioco.

#DEANDRE JORDAN mentre utilizza il braccialetto WHOOP (nero)




COME AGIRA’ L’NBA ?

Ad oggi , la lega si sta interrogando di come lo sviluppo tecnologico interferisca col basket giocato e di come i due aspetti possano coesistere, per promuovere una crescita culturale, che ormai vede sempre di più l’utilizzo di mezzi tecnologici, per migliorare sia le prestazioni dei giocatori sia le prestazioni arbitrali .
Ad attivarsi subito sul tema è stato il commissario NBA Adam Silver.

Al vertice annuale Tech Summit ha riunito esperti di sport e tecnologia per parlare dei cambiamenti che la lega avrebbe dovuto accettare e assimilare col tempo.

#ADAM SILVER




Il progetto di integrazione sembra aver preso forma durante il summit chiamato, “NBA incontra la Silicon Valley” dove Adam Silver, oltre ad esporre le nuove tecnologie in arrivo come ad esempio WHOOP, ha parlato di come la lega abbia già incontrato queste discussioni e le abbia superate con agilità e versatilità di pensiero adattandosi e scegliendo solo il meglio per i suoi giocatori.

Sarebbe sbagliato dire che questa sarà una questione che si risolverà in poco tempo visto il dibattito che ne è nato , ma una cosa è certa … l’NBA troverà il modo di arrivare ad una sintesi che ci regalerà come al solito effetti speciali e spettacolo e di questo noi  non possiamo fare altro che esserne felici.

 

 

 

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi