Bimbo di 6 anni sano sottoposto a 13 operazioni e costretto sulla sedia a rotelle

La madre era convinta avesse il cancro. Ora è in carcere accusata di maltrattamenti

1

Un bimbo di soli 6 anni, Christopher, ha già vissuto un vero e proprio incubo, pur essendo perfettamente sano. È stato sottoposto a più di 323 visite mediche e ha subito ben 13 operazioni. La madre, Kaylene Bowe, lo costringeva su una sedia a rotelle, ad alimentarsi con un sondino e a respirare tramite una mascherina ad ossigeno.

La donna, che fingeva di credere che il figlio avesse un cancro, aveva girato diversi ospedali, confondendo l’iter medico del bambino. Alcuni dottori si erano già insospettiti e avevano segnalato il caso ad un’associazione a tutela dei bambini ma alla richiesta di mettere il figlio il lista d’attesa per il trapianto di un polmone, la madre è stata finalmente fermata.




La sindrome di Munchausen

La donna ora è in carcere, in attesa che si faccia chiarezza sull’intera vicenda e sui danni che il bimbo potrebbe aver subito. Per lei si parla di sindrome di Munchausen, un disturbo mentale che colpisce prevalentemente le madri e le spinge a creare dei danni fisici ai propri figli per poter attirare l’attenzione su di loro. Facendo finta di preoccuparsi per i loro bambini, portandoli in ospedale e dal medico, queste donne aumentano la stima di sé stesse negli altri e ottengono le tanto agognate attenzioni.

Simulazione

Kaylen era riuscita a convincere proprio tutti, specialmente all’inizio. Aveva ottenuto, infatti, in fase di divorzio, l’affidamento esclusivo del figlio. Addirittura aveva convinto i giudici che il padre si disinteressasse completamente della salute del bimbo e che lei fosse la sola ad occuparsi di Christopher. Il padre ha ammesso di avere le sue colpe, consentendo alla ex moglie di isolare il bambino che al momento, proprio per la poca confidenza che ha con suo padre, è stato affidato ad una famiglia in via provvisoria. I servizi sociali comunque stanno incoraggiando gli incontri tra l’uomo e Christopher, sperando in un riavvicinamento.

Accertamenti in corso

Anche se il calvario di questo bimbo di appena 6 anni fortunatamente sembra terminato, sono molti gli aspetti da chiarire. Possibile che i dottori che lo hanno operato 13 volte non si siano accorti di niente?

Marta Migliardi




1 Comment
  1. Very good written information. It will be helpful to anybody who employess it, as
    well as me. Keep doing what you are doing – i will definitely read more posts.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi