Boom di falsi certificati: no ai selfie con il diploma di laurea

Le più ambite sembrerebbero Oxford e Cambridge

Il mercato multimilionario dei falsi diplomi prospera ora che si stanno laureando i giovani cresciuti con il telefonino in mano che sicuramente non riusciranno a resistere alla tentazione di farsi un selfie.

0

La fine del proprio percorso di studi è un momento più unico che raro e necessita dunque di essere immortalato così che possa rimanere in eterno. Dopo notti insonni passate sui libri per preparare un esame e mesi a scrivere la tesi, la fotografia con in mano il diploma è diventata una vera e propria tradizione. L’unico problema è che l’immagine scattata ad una distanza così ravvicinata è una manna per i falsari che possono copiare l’attestato nei minimi dettagli.

 






Per questo motivo Jayne Rowley, capo dell’Higher Education Degree Datacheck, l’ufficio preposto alla verifica dell’autenticità delle lauree, ha invitato gli studenti a non condividere sui propri profili social le foto con in mano il diploma di laurea.

“Le più ambite dai falsari al momento sono Oxford e Cambridge per il loro prestigio, ma anche per la loro facilità di accesso a una buona immagine del certificato. Abbiamo comprato false lauree su eBay per 6,95 sterline, circa 7,90 euro, spedizione compresa. Poi ovviamente i prezzi sono variabili. Le più costose sono vendute a circa 300 dollari. Voi mettereste online la vostra patente? Lo stesso discorso vale per il diploma.”

Come si agirà?





L’ufficio di Rowley ha intenzione di consigliare agli studenti delle varie università di stare attenti a come condividono queste fotografie.

“I contraffattori non vedono l’ora di mettere le mani sui certificati del 2018.”

Stando ai dati pubblicati, il 69% degli studenti laureandi non vedono l’ora di documentare questo momento sui vari profili social. Molti di loro scelgono come media Facebook altri invece postano la fotografia su Instagram. Dopotutto sono questo genere di momenti che ti permettono di ottenere quanti più like possibili. A quanto pare il 24% delle persone ha dichiarato che non è interessata ad immortalare questa giornata con fotografie piuttosto con video.

Una possibile soluzione





Per far fronte a questo problemi alcuni atenei hanno deciso di correre ai ripari. Venti università tra cui per esempio quella di Cardiff e l’Imperial College of London hanno ovviato a questa possibilità di contraffazione mettendo a punto una forma speciale di diploma online. Quindi sostanzialmente non ci sarà più al classica cerimonia, ma il certificato verrà spedito tramite mail o scaricabile tranquillamente dal sito.

Silvia Barbieri

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi