Cadavere di migrante sulla spiaggia giace tra l’indifferenza dei bagnanti

Una foto scattata in Spagna da Javier Bauluz diventa virale: ritrae un cadavere di migrante sulla spiaggia piena di bagnanti che lo ignorano


Ci troviamo in Spagna, come specifica Javier Bauluz, sulla riva di Tarifa. Il fotografo in questione ritrae un cadavere di migrante che giace sulla spiaggia nella totale indifferenza dei presenti che continuano a godersi la loro giornata di mare. La foto diventa virale sui social, tra l’indignazione e le polemiche dei più. Uno scenario agghiacciante che invita alla riflessione.




La foto che ha scatenato aspre polemiche facendo nelle ultime ore  il giro del mondo è stata denominata da Bauluz “L’indifferenza dell’Occidente“. Essa fa riflettere sul livello di coscienza dell’essere umano, “disumanizzato” dalla totale mancanza di empatia, in un mondo in cui l’unica cosa importante è rimasta il proprio ego.

Cadave di migrante sulla spiaggia, Javier Bauluz
Un cadavere di migrante giace sulla spiaggia tra l’indifferenza altrui

I dettagli della vicenda

La foto, ricondivisa già migliaia di volte ha lasciato basito il pubblico del web soprattutto in Italia, sovrastata dal problema dei numerosi sbarchi di migranti. Essa mostra il corpo senza vita di un uomo non identificato, morto annegato nel tentativo di attraversare il Mediterraneo dal Marocco. Il cadavere è rimasto sulla spiaggia spagnola per ore mentre i turisti continuavano serenamente le loro attività in pieno relax. 




Tuttavia, questa vicenda diventata un fenomeno mediatico solo nelle ultime ore, meriterebbe un’importante puntualizzazione. Infatti, seppur autentica, non si tratta di una foto recente, bensì di uno scatto che risale al 2 settembre del 2000. Inoltre, la spiaggia non è quella di Tarifa, ma quella di Zahara de los Atunes, a Cadice, che si trova più a nord. Allora, come mai è finita sul web solo oggi?

Il contesto non cambierà mai

Appurato che la foto di Javier Bauluz sia vecchia di ben 20 anni, fa tanto riflettere il fatto che sia stata ricondivisa proprio in Italia, in un periodo delicato come quello che la nostra nazione sta attraversando. Tutti sanno che il Mediterraneo è diventato un cimitero di migranti, ma nessuno intende parlarne in quanto si preferisce rimanere nella propria comfort zone, fatta della più totale apatia. La verità è che, come nella parabola del buon samaritano, l’uomo è indifferente per natura. 




Spaventa di più il cadavere di migrante sulla spiaggia o l’incuranza dei presenti?

Lo scenario offerto dalla foto (pubblicata su un meno recente articolo del Periodistas) è senz’altro raccapricciante. Ma sicuramente lo è più l’idea che esso trasmette. L’ampio dibattito sul volere o non volere i migranti in Italia sta dividendo il paese in due e proprio per questo lo scatto è stato contestualizzato e diventato virale proprio nelle ultime ore. Ma il punto non è questo: ciò che il fotografo spagnolo vuole denunciare, come dal titolo “L’indifferenza dell’Occidente”, é la totale mancanza di empatia, l’iraazionale odio verso il “diverso” (che diverso non è) e l’ostinazione ad ignorare fino a quanto l’uomo possa spingersi oltre per la sopravvivenza.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10220002194458314&id=1026829593

Silvia Zingale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *