Calciomercato estivo chiuso, ora si fa sul serio

Alle 23:00 di ieri, Mercoledì 31 Agosto 2016, si è chiuso ufficialmente il calciomercato estivo. Niente più trattative, acquisti e cessioni fino alla prossima sessione, quella invernale, prevista a Gennaio.

soccer ball in the net with euro banknotes

La squadra protagonista di questa caldissima sessione di calciomercato è stata indubbiamente la Juventus. La società bianconera ha ceduto Morata, Pereyra, Zaza, Padoin e Pogba incassando complessivamente 153,8 milioni di euro. Con questo tesoretto la squadra bianconera ha potuto mirare in alto e costruire una rosa competitiva per la conquista della Champions League. In casa Juve sono arrivati: Marko Pjaca, Dani Alves, Mehdi Benatia, Juan Cuadrado, Miralem Pjanic e soprattutto Gonzalo Higuain.

Il Napoli, rimasto tramortito per un po’ dalla perdita del centravanti argentino, il cui passaggio alla Juventus è stato vissuto come un vero e proprio tradimento, non è rimasto troppo a guardare e ha dato il suo contributo a questo calciomercato con gli arrivi di Zielinski, Maksimovic, Tonelli, Giaccherini, Diawara, Rog e Milik.

L’Inter si è rafforzata con gli acquisti di Caner Erkin, , Ever Banega, Christian Ansaldi, Antonio Candreva, Joao Mario e Gabigol.

Al Milan sono arrivati Leonel Vangioni, Gianluca Lapadula, Gustavo Gomez, Mario Pasalic, José Sosa, e a pochi minuti dalla chiusura del calciomercato, Mati Fernandez.

La Roma ha preso Bruno Peres, Vermaelen, Szczesny, Fazio, Juan Jesus, Mario Rui, Gerson, Allison, ed ha riscattato El Shaarawy, Rudiger, Perotti e Salah.

Il Torino ha messo a segno degli ottimi colpi di calciomercato con  Iago Falque, Adem Ljajic, Boyè, Lukic, Valdifiori, Rossettini, Castan, De Silvestri e, soprattutto con l’arrivo del portiere Joe Hart.

La Lazio potrà contare in questa stagione sulle nuove forze di Lukaku, Immobile, Wallace, Leitner, Bastos e Luis Alberto.

La Fiorentina ha perso Alonso, Giuseppe Rossi e Mario Gomez, e acquistato Sanchez e Maxi Olivera.

Tra affari sfumati all’ultimo istante, acquisti che hanno lasciato tutti di stucco e cessioni pagatissime, si è chiusa dunque ieri questa intensa prima “manche” di calciomercato. Un insieme di operazioni di compravendita che ha visto le squadre del campionato italiano investire quasi 700 milioni, una cifra di cui non si sentiva parlare da tempo. I numeri dimostrano una chiara volontà dei club italiani di essere maggiormente competitivi soprattutto nelle competizioni europee e potersi confrontare al meglio con le corazzate tedesche, spagnole e inglesi.

Juventus e Torino hanno sfruttato al meglio questo calciomercato, dimostrando di saper equilibrare al meglio spirito imprenditoriale e talento sportivo. Ottimi acquisti, ponderate cessioni e trattative condotte in modo impeccabile.

Tanta curiosità verso Inter, Milan, Roma e Napoli. I tifosi aspettano di vedere all’opera i nuovi giocatori e di raccogliere i frutti di un calciomercato che li ha visti poco protagonisti.

Dunque, finito il tempo dei documenti, delle riunioni segrete, delle telefonate notturne, dei colpi di scena improvvisi, delle firme attese, delle visite mediche avvistate, delle segnalazioni smentite, è tempo di scendere in campo. E solo il campo saprà dirci la verità, mostrando chi davvero ha messo i segno i colpi migliori, chi davvero non ha commesso errori, chi potrà definirsi, incoronata dalla vittoria finale, la squadra regina di questo emozionante calciomercato.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *