Boom in Canada: la legalizzazione della cannabis è un gran successo

Code e traffico nelle città, la marijuana legale è già quasi esaurita dopo due giorni

A due giorni dalla ufficiale legalizzazione della cannabis a scopo ricreativo, il Canada ha quasi esaurito tutti i prodotti disponibili

Fonte: Mother Jones
0

Sicuramente era prevedibile: come è successo in altri paesi come il Colorado qualche tempo fa, la legalizzazione di marijuana a scopo ricreativo in Canada, è stata accolta molto bene dai suoi cittadini. Al punto che, dopo nemmeno 48 ore, questo prodotto già scarseggia e in alcuni dispensari è già terminato.

Legalizzazione

A due giorni dalla ufficiale legalizzazione di cannabis ad uso ricreativo, nei negozi di Ottawa ci sono ancora delle code molto lunghe. Non solo luoghi fisici, ma anche gli shop online sono stati presi d’assalto.

La legalizzazione della marijuana è stata fortemente voluta dal premier Justin Trudeau, credendo nell’impatto economico che avrebbe portato la regolamentazione di questo prodotto. Non si era sbagliato: i suoi cittadini hanno accolto la legalizzazione della cannabis a braccia aperte.

Già a inizio mese, i ricercatori dell’Università di Waterloo e il C.D. Howe institute in uno studio, avevano calcolato che il Canada sarebbe stato in grado di commercializzare circa 210 tonnellate di cannabis, ma la domanda avrebbe raggiunto le 610 tonnellate.

Il successo

Si sapeva quindi che la domanda sarebbe stata enorme, molti negozi proprio in previsione dell’enorme richiesta, si sono premurati di preparare abbondanti scorte prima del giorno ufficiale della messa in vendita così da non farsi trovare impreparati. Ovviamente non è bastato.

Alcuni negozi nelle province del Newfoundland e del Labrador si sono trovati costretti a bloccare le vendite perché rimasti a secco. In Quebec, i clienti hanno aspettato in coda per ore e qualcuno è dovuto tornare a casa a mani vuote. E già sul The Montreal Gazzette compaiono le prime lamentele sulla poca efficienza riscontrata in merito alla distribuzione della cannabis nel paese.

In Ontario, Nunavut e British Columbia l’acquisto online è rimasto l’unica soluzione possibile, mandando i siti in crash. A Winnipeg un’azienda è riuscita a fare sold out in una sola mattinata, per un valore totale di 50mila dollari.

Da tenere in considerazione sono anche i prezzi, decisamente competitivi per il mercato nero.

Si va dai 5,25 dollari canadesi al grammo (3,50 euro) in Quebec, ai 18,99 (12,70 euro) in Saskatchewan, mentre sul mercato nero fino ad ora si pagava mediamente 7 dollari (circa 5 euro) per grammo.

Numerosi studi attestano come questo prodotto possa essere in grado di risollevare l’economia garantendo pensioni e annientando il mercato illegale. Quindi si, il premier ci aveva visto lungo. La legalizzazione è stata un successo.

Annalisa Ramos

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi