Celiaci? Sì, ma solo per moda: sei milioni di italiani mangiano gluten-free

Fonte: metronews.it
0

Una ricerca dell’Associazione Italiana Celiachia dimostra come il consumo degli alimenti senza glutine tra i non celiaci è in considerevole aumento.

La moda di mangiare alimenti senza glutine sta prendendo sempre più piede in Italia. Si stima una cifra come 6 milioni di italiani che mangiano cibo per celiaci.

A dirlo è una recente ricerca dell’Associazione Italiana Celiachia (AIC), secondo la quale ogni anno in Italia si spendono 320 milioni di euro per l’acquisto di prodotti gluten-free ma di questi solamente 215 milioni sono erogati per persone affette da celiachia.



Gli esperti vogliono puntare l’attenzione su questo dato in occasione della Settimana nazionale della celiachia. Dal 13 al 21 maggio, si porterà avanti una campagna di sensibilizzazione per far conoscere i rischi legati ad un’alimentazione senza glutine per chi non è intollerante.

I media sono molto spesso gli strumenti che veicolano le mode. Mangiare senza glutine risulta essere una di quelle. Mode lanciate dal mondo dello spettacolo i cui divi spesso conducono un’alimentazione gluten-free.

Si pensa in questo modo di fare un’alimentazione sana e che faccia stare in salute ma in realtà non è così. Gli esperti con dati scientifici alla mano, vogliono mettere l’allerta sui rischi che corre la persona non intollerante.

Non esiste al momento nessuna ricerca che dimostri che una dieta senza glutine abbia degli effetti benefici sui non celiaci. L’esclusione di alimenti contenenti il glutine è perfettamente inutile, fa sapere il presidente dell’AIC, Giuseppe Di Fabio.

Una moda che può risultare pericolosa e controproducente per i coloro che invece sono davvero intolleranti al glutine. Le persone celiache infatti hanno molte difficoltà nel condurre una vita normale, dal punto di vista dell’alimentazione. La stragrande maggioranza dei cibi in commercio contiene glutine e risulta molto faticoso condurre una dieta di questo genere. Inoltre il Servizio Sanitario Nazionale copre le spese per gli alimenti gluten-free fino ad un tetto massimo di 90 euro al mese a paziente.

Per tale motivo durante la Settimana nazionale della celiachia, si organizzeranno numerose iniziative per sensibilizzare i cittadini sul tema delicato della celiachia. Lo slogan e anche il messaggio che l’AIC vuole far passare è che “Il senza glutine non è una moda, è la terapia per la celiachia”La dieta senza glutine infatti è l’unica medicina per curare la celiachia, che non la rende affatto una moda.

 Laura Maiellaro

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi