Chasm e i Kickstarter che non ce l’hanno fatta

Chasm, campagna di successo Kickstarter di cui ormai si temeva la cancellazione, uscirà su PC e console quest’estate. Lo stesso non si può dire di Project Phoenix e Unsung Story, emblema di campagne Kickstarter finite male.

La pixel art di Chasm ha conquistato tantissimi fan. Da: truetrophies.com
0

Nonostante molti appassionati e investitori avessero perso le speranze, sembra proprio che Chasm uscirà quest’estate. Chasm è un titolo indie il cui Kickstarter risale al 2013 e di cui si erano quasi perse le tracce. Dopo alcune sporadiche demo rilasciate per i beta tester, infatti, la data di uscita è stata rimandata più volte. Tant’è vero che molti avevano ormai dato il progetto per morto, così come successo ad altri progetti Kickstarter cestinati dopo una campagna di successo.

Chasm in azione. Da: truetrophies.com

Il seguito creatosi attorno a Chasm è dovuto principalmente alla fantastica pixel art, un richiamo all’antico ma rivisto in chiave moderna. A questo si aggiunge un gameplay ispirato ai classici metroidvania, genere reso celebre da Castlevania e Metroid; su queste basi, Bit Kid ha cercato di creare un titolo in grado di replicare l’esplorazione dei suoi famosi predecessori ma anche la randomicità dei roguelike indie alla The Binding of Isaac.

Al PAX 2014 Chasm aveva impressionato con una demo talmente ben fatta da essere utilizzata per pubblicizzare il parco indie della Playstation 4. Tuttavia, i problemi di sviluppo arrivarono quando fu necessario estendere il contenuto di mezz’ora di gioco a un gioco intero. Alla Bit Kid hanno pensato che, se c’erano voluti tre mesi per creare quella demo, allora i contenuti per otto ore di gioco avrebbero dovuto richiedere più o meno un anno. Beh, evidentemente si sbagliavano.

Ben presto gli sviluppatori si sono resi conto che il progetto era molto più ambizioso di quanto avevano inizialmente pensato. In poche parole, è risultato evidente che era necessaria una base di game design solida e ben definita per costruire un gioco con una così ampia portata. Molti problemi sono arrivati anche dall’aspetto randomico, che alla lunga si è rivelato più un complicarsi la vita che un semplificarsela.

Fortunatamente, anche se dopo una serie non indifferente di rimandi, sembra che l’estate 2018 sarà finalmente l’occasione per vedere Chasm su PC, Playstation 4 e PS Vita. Perlomeno, in questo modo, è stato smentito il rischio che il progetto venisse cancellato. Cosa che è successa a tanti altri progetti lanciati su Kickstarter, soprattutto nel periodo di maggiore splendore in ambito gaming.




 

I fallimenti di Kickstarter…

Effettivamente, di tante campagne lanciate tra il 2010 e il 2015, ricordiamo non pochi casi di fallimento. Primo fra tutti vale la pena nominare Project Phoenix, un ambizioso jrpg che poteva vantare un team composto da nomi altisonanti, tra cui Nobuo Uematsu. Anni dopo la conclusione della campagna, ancora non si hanno notizie concrete sulla sua uscita. Tra l’altro, negli scorsi mesi, girava voce che la compagnia avesse intascato il milione di dollari accumulato per poi finanziare un altro titolo (Tiny Metal).

Qualcosa di simile è successo ad Unsung Story, che doveva essere una sorta di successore spirituale di Final Fantasy Tactics. Gli sviluppatori erano riusciti addirittura a guadagnarsi la collaborazione di Yasumi Matsuno, game designer del Final Fantasy Tactics originale, oltre che di altri titoli quali Vagrant Story e Unlimited Saga. Questo è stato sufficiente a convincere molti a investire su questa campagna. Col passare degli anni,però, il titolo si è lentamente trasformato in qualcosa di completamente diverso quando è diventato evidente che il budget non sarebbe stato sufficiente.

Ad oggi, non si sa il destino di questi due titoli; né se usciranno, né in che forma. Addirittura, nel caso di Unsung Story, l’etichetta originale, Playdek, ha ceduto il progetto alla piccola casa di sviluppo Little Orbit, che ne ha promesso l’uscita entro il 2019. Un altro titolo che ha subito una serie di cambiamenti incredibile è stato Duelyst, titolo di cui abbiamo già parlato in passato. Originariamente, anche Duelyst doveva essere un gioco strategico e non un card game. Fortunatamente, quando sono stati annunciati questi cambiamenti, Counterplay Games ha restituito i soldi a tutti gli investitori che non erano felici della nuova direzione scelta.

Alla fine, tutto si è concluso per il meglio per Duelyst, che è riuscito a ritagliarsi un posto nel mercato dei card game online, venendo persino acquisito da Namco Bandai. Viste le premesse, Chasm sembra avere il potenziale per avere un simile lieto fine. Abbiamo visto però che non tutte queste storie finiscono bene, e finché non avremo il titolo tra le mani meglio fare i dovuti scongiuri.

Roberto Maselli

 

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi