Chi ha animato la Resistenza ha lottato per restituirci diritti, i fascisti per toglierceli

0
Ogni volta che tentate l’equiparazione impossibile tra fascisti e partigiani, occorre ricordarvi una cosa: sicuramente la storia della Resistenza comprende momenti tragici e singoli orrori, come tutte le guerre. Sicuramente dei giovanissimi sono finiti da una parte e dall’altra per scelta a volte familiare, o per un insieme di ragioni che non è sempre facilissimo comprendere o condannare.
Ma c’è un fatto molto semplice, che spesso incredibilmente vi sfugge: le donne e gli uomini che hanno animato la Resistenza hanno lottato per restituirci diritti, i fascisti lottavano per toglierceli.
Anche il più violento, il peggiore tra i partigiani, combatteva per la libertà, mentre il migliore tra i fascisti, tra i repubblichini di Salò, per quanto giovane, per quanto “innocente”, combatteva per un’Europa disseminata di campi di concentramento, per lo sterminio di etnie e minoranze, per un mondo schiavo di Hitler.
Come scriveva Italo Calvino, ne “Il sentiero dei nidi di ragno”:
“C’è che noi, nella storia, siamo dalla parte del riscatto, loro dall’altra. Da noi, niente va perduto, nessun gesto, nessuno sparo, pur uguale al loro […] tutto servirà se non a liberare noi a liberare i nostri figli, a costruire un’umanità senza più rabbia, serena, in cui si possa non essere cattivi. L’altra è la parte dei gesti perduti, degli inutili furori; perduti e inutili anche se vincessero, perchè non fanno storia, non servono a liberare ma a ripetere e perpetuare quel furore e quell’odio”.
Per questo, semplicemente, i combattenti delle due parti non potranno mai, mai stare sullo stesso piano. Fatevene una ragione.

 

Francesco Trento 


Sostieni Ultima Voce. Di stampo apartitico, si schiera dalla parte dei diritti, di chi lotta per essere riconosciuto, dalla parte dell’essere umano e dell’essere umani. Aiutaci a fare tutto questo! La donazione ti darà la possibilità di entrare a far parte del nostro forum. Scrivici per sapere come.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi