Ciao elettore leghista, vogliamo fare un gioco con te

Proprio l’altro ieri Conte ha annunciato, oltre all’anticipo di 4,3 miliardi a favore dei Comuni per il Fondo di Solidarietà Comunale, anche 400 milioni di euro per aiutare gli stessi Comuni a comprare alimenti e beni di prima necessità alle famiglie che non hanno più 1 € per mettere un piatto a tavola.

Pochi minuti dopo Matteo Salvini se ne è uscito con questo post, dicendo che Conte sta dando 7 € a testa agli italiani.

Cioè, Salvini, ha diviso 400 milioni di € per 60 milioni di italiani.

Ora, sapendo che quei 400 milioni sono solo per i poveri assoluti, e sapendo che invece Salvini nel suo conteggio ha incluso anche sé stesso, Berlusconi, Briatore, i calciatori, i politici, dentisti, medici, avvocati, ricchi imprenditori, ecc., scegli:

A) Salvini ha un grave problema che gli rende difficoltosa la comprensione di semplici testi in Italiano corretto.

B) Salvini comprende i testi ma non sa fare due conti nemmeno usando la calcolatrice.

C) Salvini comprende i testi, sa usare le calcolatrice, ma crede che Briatore e Berlusconi chiederanno l’accesso a quei buoni pasto perché non hanno più soldi.

D*) Salvini comprende i testi, sa usare la calcolatrice, sa perfettamente che quei buoni pasto andranno solo a pochi milioni di famiglie e non a 60 milioni di italiani, sa perfettamente che quegli aiuti si sommeranno agli altri aiuti già presenti e a quelli che si stanno varando in questi giorni, ma ha un così basso rispetto per l’intelligenza dei suoi elettori, li ritiene talmente ignorante e capre, da sapere che può permettersi di mentire così sfacciatamente a loro che tanto gli obbediranno e lo adoreranno nonostante la lampante presa in giro. Più infame delle solite perché mira a sfruttare la disperazione e la paura dei cittadini per propri fini personali.

Scegli: A, B, C o D*?
E dimmi, cosa è peggio: auspicare che il Paese finisca nelle mani di A, B, C o D*?

(*Attenzione, test clinici dimostrano che se ha risposto D e continui a sostenerlo uno zerbino sporco ha più dignità di te).

 

Emilio Mola

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi