“Comprate da McDonald’s”: Burger King e la nuova campagna sui social

Non sempre capita di entrare in una libreria Feltrinelli e trovare una locandina che recita lo slogan: “Comprate libri Mondadori”. Oppure in un concessionario Fiat sarebbe alquanto insolito se il commesso venditore vi dicesse “Dovrebbe assolutamente comprare una Toyota”. Allo stesso modo, si rimane di stucco quando Burger King, colosso della ristorazione veloce, esordisce sui social con una dichiarazione inaspettata, ovvero “Comprate da McDonald’s“.

 

“Comprate da McDonald’s”: il post di Burger King

A inizio novembre compare all’interno dei social un post, pubblicato da Burger King, che ha lasciato tutti senza parole. Il titolo con cui esordisce è esemplare: “Comprate da McDonald’s“. Proseguendo nella lettura si capisce subito che non si tratta di una studiata formula di marketing per attirare i clienti nei propri ristoranti. Si tratta invece di un post sincero, come non se ne vedevano da tanto tempo.

 We never thought we’d be asking you to do this but restaurants employing thousands of staff really need your support at the moment.

Il più famoso competitor di McDonald’s sotterra l’ascia di guerra per porre l’attenzione sul dramma del virus, che sta mettendo a dura prova il mondo della ristorazione. Di fronte a migliaia di bar e ristoranti che chiudono ogni giorno la serranda e sperano di poterla riaprire, diviene necessario unire le forze. Agendo in questo modo colui che fino ad un secondo fa era il tuo storico nemico e concorrente diventa un compagno da sostenere.

Qui di seguito viene riportato il post, pubblicato su Twitter.




Una competizione storica

I due colossi del fast food da anni si fronteggiano per ottenere il primato, tramite vere e proprie guerre di marketing e accennati rinnovamenti ecologici. Nel 2017, ad esempio, Burger King lanciò una campagna per Halloween dal nome “Come as a Clown, eat as a King”, facendo riferimento alla mascotte di McDonald’s. Bisognava entrare vestiti da clown e farsi una foto mangiando uno dei loro hamburger.

McDonald’s rispose lanciando sul mercato una moneta virtuale, McCoin. Tale moneta permetteva di acquistare un panino con la possibilità, tornando a mangiare, di riceverne un altro gratuito. L’agguerrita battaglia tra le due aziende sarebbe continuata ancora in tempi normali: il gesto di Burger King lo si può intendere come una proposta di pace, sperando sia il più duratura possibile.

 

Jacopo Senni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *