Coppia omosessuale respinta da guest house: “Non si accettano gay e animali”

Dalla parte di chi lotta per essere riconosciuto, dell'essere umano e dei suoi diritti.
Contribuisci a preservare la libera informazione.

DONA

Dopo aver prenotato un soggiorno via internet in una struttura simile a un hotel, una coppia omosessuale è stata respinta

Ci troviamo a Santa Maria, vicino Tropea e la storia vissuta da una coppia omosessuale ha dell’incredibile




I soldi per l’affitto che io e il mio compagno gli avremmo dato non sarebbero stati uguali a quelli che avrebbe ricevuto da una qualsiasi coppia etero?

Questo è ciò che riesce a dichiarare la coppia omosessuale dopo aver vista rinnegata la possibilità di soggiorno in una guest house, per il solo orientamento sessuale diverso rispetto a quello del proprietario.

L’accaduto





Dopo aver prenotato telematicamente un soggiorno presso una guest house in Calabria, la coppia omosessuale ha deciso di contattare il proprietario della struttura per avere ulteriori chiarimenti. La risposta non si è fatta attendere. Il proprietario ha infatti scritto un messaggio su WhatsApp che afferma:

Grazie a lei per aver prenotato. (È il primo anno che fittiamo) e la depandanza è nuova nuova … finita a maggio. Importante e mi scuso se posso sembrare troglodita. Non accettiamo gay e animali. Mi perdoni ancora.

Parole cariche di ignoranza e discriminazione che nulla ha a che vedere con ciò che si dovrebbe trovare in una località così altamente turistica, così come in nessun altro luogo sperduto in chissà quale parte del cosmo.




La coppia omosessuale ha deciso di cancellare la prenotazione e di non rispondere al messaggio sopra citato. Tuttavia, giustamente, i due si sono rivolti all’Arcigay di Napoli per rendere nota il più possibile la vicenda. La preoccupazione maggiore della coppia è che la stessa risposta data a loro due possa essere già stata data o possa essere data in futuro a ragazzi più giovani, in crisi con il proprio sesso, non riuscendo ancora a stabilire quale possa essere il proprio orientamento sessuale. Questo potrebbe ovviamente causare uno stato di turbe emotiva.

Maria Giovanna Campagna

Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.