Corsa del Ricordo: dieci chilometri per non dimenticare

La storia divide, lo sport unisce: memorie di una tragedia tutta italiana

0

Per non dimenticare

Grazie alla legge nazionale 30 marzo 2004, n. 92, da 15 anni a questa parte ogni 10 febbraio si commemora il «Giorno del ricordo». Una giornata dedicata alla memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata, e delle vicende del confine orientale. Questa data ci racconta una storia che per troppo tempo è stata posta sotto silenzio: l’esodo di trecentomila italiani istriani fiumani e giuliano dalmati, oltre che la tragedia di migliaia di connazionali infoibati.

La scelta del giorno è legata ad evento drammaticamente simbolico: la firma del trattato di Parigi (10 febbraio 1947) con cui l’Italia cedette alla Jugoslavia le terre italiane del confine orientale. Da quel momento in poi cominciò una vera e proprio pulizia etnica nei confronti di tanti italiani.

Una tragedia che fa parte della memoria collettiva e che nella sua ricorrenza vede in tutta Italia molteplici manifestazioni istituzionali e non.

Una corsa per celebrare il giorno del ricordo

Dal 2014 a Roma  Asi (Associazioni Sportive e Sociali Italiane) organizza la “Corsa del Ricordo. Dieci chilometri per continuare a tenere viva la memoria su un vero e proprio eccidio nella speranza che le generazioni future non debbano più assistere a pagine tanto buie della storia. La gara podistica organizzata da Asi va perciò ben oltre il semplice evento sportivo. Quest’anno l’organizzazione ha commemorato con ancor maggiore solennità i caduti delle Foibe e il tragico esodo delle popolazioni italiane che risiedevano in Istria e Dalmazia.

Contestualmente alla Corsa del Ricordo, si sono svolti sia la corsa non competitiva sia il Trofeo di Marcia in onore del campione olimpico e profugo fiumano Abdon PamichPamich fu uno degli atleti italiani che ha vinto il maggior numero di medaglie nella specialità dei 50 km di marcia ai Giochi olimpici e che da sempre è vicino alla manifestazione romana.

Un plauso all’iniziativa è giunto anche dal cantautore Simone Cristicchi, autore del coraggioso testo di Magazzino 18, canzone che rappresenta al meglio l’esodo delle Popolazioni Giuliano Dalmate.

la deposizione della corona di fiori davanti alla stele

 




 La VI Edizione della “Corsa del Ricordo”

La VI Corsa del Ricordo, svoltasi nel cuore del quartiere Giuliano Dalmata di Roma domenica 10 febbraio, è stata un’edizione davvero speciale ed emozionante. Oltre 1000 gli atleti che hanno preso parte alla manifestazione sportiva battendo ogni record di partecipazione rispetto agli anni passati.

Al nastro di partenza, accompagnati dall’inno di Mameli, atleti di grande spessore e di livello internazionale.

La partenza della VI Corsa del Ricordo

Vincitore per la categoria degli uomini  il polacco Rafal Nordwing che intorno al nono chilometro ha staccato gli avversari guadagnando il podio con un tempo di 32.05. Fra le donne il successo è andato invece alla favorita, Sofiya Yaremchuk, mentre l’italiana Sara Carnicelli si è aggiudicata il terzo posto.

Un bellissimo messaggio dunque quello della Corsa del Ricordo. Lo sport ancora una volta si è rivelato uno dei mezzi più efficaci per lanciare messaggi di unione, fratellanza e coesione fra i popoli in tempi in cui troppo spesso ad essere protagonisti sono lo scontro sociale e la polemica politica.

 

Federica Nobilio

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi