Crioconservazione umana: la speranza della vita dopo la morte costa 36.000 dollari

Sempre più persone si aggrappano alla speranza di tornare in vita dopo la morte. Il servizio è offerto anche da una società italiana

0

La crioconservazione umana costa 36.000 dollari. Alla speranza di una vita dopo la morte si aggrappano sempre più persone.

Sono 377 le persone che, almeno fino ad ora, hanno scelto di farsi ibernare per cercare di sopravvivere alla loro dipartita. Il servizio di crioconservazione umana è offerto anche da una società italiana.

Cos’è la crioconservazione?

In cosa consiste davvero la tecnica della crioconservazione umana? L’operazione di crioconservazione inizia in ospedale, dov’è ricoverato il paziente in fin di vita che ha scelto di farsi ibernare. Appena il cuore si ferma, bisogna agire velocemente, prima che sopraggiunga la morte cerebrale.

La procedura consiste nel far ripartire il cuore, introducendo nelle vene dei crioprotettori, particolari sostanze antigelo che impediscono la formazione di cristalli di ghiaccio e la conseguente rottura delle pareti delle cellule.

A questo punto, si avvia il congelamento, che viene effettuato gradualmente, fino a raggiungere i 196 gradi sottozero. Il corpo viene quindi immerso in azoto liquido per essere conservato. C’è anche la possibilità di congelare soltanto il cervello, conservandolo sempre in azoto liquido. Questa seconda tecnica, più complessa della prima, permette di conservare il cervello di un defunto, nella speranza che un giorno si sia in grado di ricostruire interi corpi.




La crioconservazione umana è possibile anche in Italia

Fino ad oggi sono 377 le persone che hanno scelto di farsi ibernare, nella speranza che in futuro si trovi una cura per le malattie che gli sono costate la vita. Il servizio di crioconservazione umana viene offerto anche da una società italiana, la  Polistena human cryopreservation, in provincia di Modena.

La società modenese di pompe funebri è, per ora, l’unica referente italiana della KrioRus, una delle 3 aziende che si occupa di crioconservazione. Il costo del servizio si aggira intorno ai 36.000 dollari, cifra che include unicamente il trattamento di crioconservazione.

Le modalità di crioperservazione sono 2: si può trasportare il paziente, ancora vivo, in una clinica privata russa, che si occuperà di mettere in atto la tecnica di ibernazione, una volta sopraggiunto il decesso. Oppure, nella clinica Kriorus, il paziente può arrivare già cadavere.

Finora sono 71 i pazienti che hanno scelto l’azienda russa, di cui 5 provenienti dalla società modenese. Secondo gli ultimi dati, nel 2019 il ricorso alla tecnica della criogenesei sarebbe aumentato del 10%.

Mena Indaco

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi