Dal 28 al 30 settembre torna l’iniziativa “Puliamo il mondo”

Si tratta della più grande campagna di volontariato ambientale del pianeta, che si svolgerà anche in Italia. L'obiettivo è eliminare dai rifiuti parchi, giardini, strade, piazze, fiumi e spiagge

www.estense.com
0

Wekeend ecologico in vista. Infatti, da venerdì 28 a domenica 30 settembre torna l’atteso appuntamento con “Puliamo il Mondo”. Questa lodevole iniziativa nata in Australia 26 anni fa, ha come obiettivo liberare dai rifiuti e dall’incuria gli spazi verdi e le aree pubbliche di molte città del mondo. La tutela riguarda anche i fiumi, le spiagge e tanti altri spazi verdi.

L’iniziativa in Italia

Dal 1994 nel Bel Paese è Legambiente ad occuparsi del progetto. Per aderire basterà cercare “Puliamo il mondo” associato al nome della località più vicina, o della regione, per trovare molte iniziative. Come capita ormai da anni, anche in questo weekend saranno in tanti a prendere parte all’evento. Giovani, anziani, amministrazioni locali, imprese e scuole sono pronte a dare il loro grande contributo. 

Non solo pulizia

“Puliamo il mondo” è anche un’occasione per affrontare il temi estremamente delicati come la gestione sostenibile dei rifiuti, la loro riduzione attraverso l’uso degli imballaggi, la diffusione di una cultura ambientale e del bene comune.
Produrre quasi 2 kg di rifiuti a testa al giorno è un dato agghiacciante. La riduzione della produzione dei rifiuti è quindi il primo aspetto su cui intervenire se si vuole cambiare rotta e non inquinare i nostri paesaggi con pericolose discariche o intossicare l’aria con gli inceneritori.

Iniziative parallele

Nel corso degli anni oltre alla pulizia delle città e delle aree naturali sono nate pure altre idee come “Puliamo il buio”, organizzata da 13 anni dalla Società Speleologica Italiana. La finalità è quella di pulire dai rifiuti le aree naturali, solo che in questo caso sono quelle più inaccessibili, nascoste e difficili da raggiungere, ovvero le grotte.

Insomma, da nord a sud Italia il programma di riqualificazione è bello ampio. Al tempo stesso il resto del mondo si sta mobilitando per cercare in qualche modo di eliminare una delle piaghe più grandi che affliggono la terra.

Antonio Pilato




Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi