Daniel Quasar ridisegna la bandiera arcobaleno LGBT per essere più inclusiva

Aggiunti cinque nuovi colori all’arcobaleno

In questi giorni di pride, il graphic designer Daniel Quasar ha rimodellato la bandiera arcobaleno simbolo dei movimenti LGBT così che diventi più inclusiva.

0

Giugno è il mese del Pride, tutto il mondo si mobilita in difesa dei diritti della comunità LGBT sventolando per le città la famosa bandiera arcobaleno. Quest’anno il graphic designer Daniel Quasar ha rimodellato questo iconico oggetto inserendo cinque nuovi colori così che si ponga una maggiore enfasi sull’inclusione.





Alla bandiera del Pride, Quasar ha aggiunto cinque nuove linee a forma di freccia: una striscia nera e marrone per rappresentare le comunità LGBT marginalizzate e poi tre strisce rosa, azzurro e bianco per trasmettere l’orgoglio transgender.

La versione di Philadelphia del 2017

L’idea del designer non è del tutto innovativa. Questo progetto infatti si basa principalmente sulla versione della bandiera arcobaleno sventolata lo scorso anno al Pride di Philadelphia. Le comunità locali hanno infatti deciso di aggiungere una striscia nera e una marrone nella parte superiore della bandiera così che anche le comunità di colore LGBT venissero prese in considerazione.





La bandiera arcobaleno di Quasar

Prendendo spunto da quest’idea, Quasar ha scelto di inserire anche i colori usati dai transgender nella loro personale bandiera includendo, dunque, anche le persone che vivono con l’AIDS e quelle che purtroppo sono morte a causa di questa malattia.

Le nuove strisce, appunto perché cariche di significati differenti, sono state visivamente separate rispetto ai classici colori. Il designer di Portland ha infatti ritenuto opportuno rimarcare notevolmente questo spostamento di attenzione dando una maggiore enfasi a quello che personalmente ritiene più attuale.

“Abbiamo bisogno di mantenere sempre presenti i progressi andando avanti in tutti gli aspetti. Quando la bandiera del Pride è stata ricreata nell’ultimo anno per includere sia le strisce nere che quelle marroni, ma anche quelle dei transgender, volevo vedere se si potesse mettere maggiore enfasi anche sul design. In questo modo, penso, riesco a dare maggior importanza a queste tematiche.”





La scelta di inserire i nuovi concetti a forma di freccia rivolta verso destra è rappresentativa perché simboleggia un movimento in avanti, una progressione e un ulteriore sviluppo. Sono posizionati lungo il bordo sinistro per indicare che questi cambiamenti devono ancora essere compiuti.

“Abbiamo ancora tanti progressi da fare, c’è ancora tanto lavoro e volevo metterlo in evidenza nel modo più semplice possibile.”

Silvia Barbieri

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi