Perché ieri il video di “Despacito” è scomparso da Youtube

Lo scherzetto di due hacker

Fonte: kiss100.co.ke
0
Despacito
Fonte: bbc.com

Chi non conosce “Despacito“? Il singolo di Luis Fonsi in collaborazione con Daddy Yankee, pubblicato nel gennaio 2017, è entrato nella lunga lista dei tormentoni. Alla radio, dal parrucchiere, al supermercato, in televsione, nei bar. La canzone è stata passata ovunque. Se per alcuni il brano ha costituito una vera e propria tortura per le orecchie, altri invece l’hanno apprezzato molto. Così tanto, che nell’aprile 2018 il relativo video su YouTube ha superato la quota di 5 miliardi di visualizzazioni. In breve: è il videoclip più visto di sempre.

Lo scherzetto degli hacker

Ieri però il video detentore del record mondiale è sparito improvvisamente da YouTube.  Al suo posto vi era un nuovo titolo e immagini non attinenti. Come molti utenti dei social hanno ironicamente commentato, il video era “desparito“.




Al posto dell’immagine di anteprima ufficiale, è stata inserita una scena della nota serietv targata Netflix “La casa di carta” e la scritta “Hacked-Free Palestine”. Cliccando play, il video non partiva. 

Com’è stato possibile? Gli autori di questo scherzetto sono due hacker. Sotto i nomi d’arte Prosox e Kuroi’sh, hanno lanciato uno script in rete che ha modificato il famoso video.

Hanno dichiarato di essere stati i responsabili con un post pubblicato su Twitter. In particolare, Prosox ha affermato: “Solo per divertimento, ho usato lo script <<youtube-cambia-titolo-video>> e ho scritto <<hackerato>>. Non giudicatemi, amo Youtube”.

Despacito” non era l’unica nel mirino degli hacker

L’attacco hacker ha infatti interessato anche altri video. Nello specifico, i due hanno manipolato la piattaforma Vevo, che ha un accordo molto stretto con Youtube, è controllata da Sony e Universal ed è partecipata dalla stessa Google. Così, gli esperti informatici hanno fatto fuori una serie di clip di celebri brani di Shakira, Selena Gomez, Drake, Maroon 5, Calvin Harris, Taylor Swift. 

Tra tutti spicca comunque il brano di Luis Fonsi che proprio qualche giorno fa aveva tagliato il traguardo del record mondiale di visualizzazioni. Forse anche i due hacker fanno parte di quella fetta di popolazione che poco ha apprezzato il tormentone latino.

Tuttavia la faccenda è durata solo poche ore se non addirittura pochi minuti. I videoclip attaccati sono tornati disponibili su YouTube. Il conteggio delle visualizzazioni è rimasto invariato. 

Rossella Micaletto

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi