Dieta mediterranea eletta la migliore del mondo nel 2019

A premiarla è il portala statunitense US News & World Report, che ha riscontrato in questo stile alimentare un miglioramento della longevità e un buon alleato contro le malattie croniche

pixabay.com
0

La dieta mediterranea continua a regnare incontrastata per il secondo anno consecutivo. Già premiata nel 2018, anche nel 2019 il sito americano US News & World Report ha insignito questo regime alimentare come il migliore al mondo.

Le altre diete sul podio

A completare la top three ci sono  la dieta Dash, ideata dall’Università di Harvard, la quale punta a migliorare la salute e a combattere la pressione alta (attraverso l’assunzione di potassio, calcio, fibre e proteine) e il piano alimentare Flexitarian, elaborato dalla nutrizionista statunitense Dawn Jackson Blatner. Questo stile di alimentazione si base per la maggior parte su vegetali, ma non esclude del tutto carne e pesce.

Gli effetti benefici della dieta mediterranea

I fattori principali che rendono la dieta mediterranea la migliore al mondo sono senz’altro i notevoli effetti benefici. In primis aiuta a migliorare la longevità e a contrastare le malattie croniche. Inoltre è utile anche a combattere efficacemente il diabete e a tenere sotto controllo la salute del cuore. Per quanto concerne i prodotti da mangiare, la dieta mediterranea si basa in parte sulla scarsa assunzione di carni rosse, zuccheri e grassi saturi.  Al contempo è bene abbondare con  frutta e verdura. Naturalmente il tutto va accompagnato da uno stile di vita sano e attivo.

La dieta mediterranea aiuta anche gli anziani

Oltre alle diverse motivazioni appena citate, va sottolineato che questo regime alimentare apporta giovamento proprio a tutti, in particolare agli anziani che risultano essere meno fragili. Come dimostra uno studio condotto dai ricercatori dell’Istituto Neurologico Mediterraneo Neuromed, la dieta mediterranea migliora la qualità della vita degli anziani. Infatti, dopo aver monitorato il regime alimentare e le cartelle cliniche di oltre 5000 individui in età avanzata, gli esperti hanno potuto constatare che per coloro che seguono un’alimentazione ricca di frutta e verdura , pesce, frutta secca, il rischio di mortalità si riduce in maniera notevole.

Antonio Pilato

 




Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi