Il nuovo divertimento da sballo che ti entra dentro e si vede fuori: Krokodil

Fonte: www.google.it
0

Un divertimento stupefacente

In questo nuovo mondo super tecnologico, attento alle nuove mode, in questo mondo dove ormai è il robot che cucina e che riordina casa e che, tra un po’, va a lavorare al posto tuo, non può mancare un divertimento al passo con i tempi, uno sballo innovativo.
Si perché ormai i giovani non riescono più a divertirsi senza vari “aiutini”!

Perbenismo vieni avanti

Chi critica questi passatempi e ricorda ai giovani d’oggi che esistono modi di divertirsi senza uso di sostanze stupefacenti, viene accusato di essere un anti-progressista.
E in Italia esistono molti puritani che hanno la colpa di far vergognare coloro che comprano e fanno uso di certe droghe senza averle provate.
Perché prima di dire che fanno male si devono provare altrimenti come si fa a dire che non si devono assumere?
Il cervello di certe persone è sempre più liofilizzato!

La modernità che aiuta

Moltissimi italiani, soprattutto ragazzi, organizzano viaggi per andare nella moderna Amsterdam (la disciplina in materia è differente nel resto dell’Olanda) che permette l’uso di certe droghe, denominate “leggere”.
Perché la contemporanea Amsterdam ha deciso di legalizzare alcune droghe così da eliminare il traffico illegale…credeva!
Il possesso di cannabis o hashish per uso personale (meno di 5 grammi) come la vendita nei coffee-shop è tollerato, ma la coltivazione e il trasporto sono proibiti e questo ha creato un via libera alle reti criminali per il rifornimento dei succitati coffee-shop.
Il guaio è che il crimine è sempre avanti rispetto anche alla stessa modernità e lo possiamo vedere anche con la creazione di una nuova droga che da poco ha iniziato a mietere vittime.
Dopo l’assunzione di questa droga di origine russa ci si ritrova con la pelle che inizia a marcire.
Questo stupefacente è un miscuglio di codeina, benzene, olio, detersivi, iodio e fosforo rosso e grazie a tutti questi principi attivi colui che l’assume si ritrova la pelle stile zombie!

The walking dead

In America poco tempo fa andavano in giro delle persone che camminavano ed emettevano suoni simili agli zombie grazie al mefedrone (chiamata appunto “droga degli zombie”) il tutto accompagnato da allucinazioni, psicosi e momenti di cannibalismo.
Ma lo zombie oltre a muoversi in un certo modo, ha anche la pelle con pezzi liquefatti e questa droga ha lo stesso effetto sulla pelle, sugli organi e addirittura sulle ossa fino a causare la cancrena.
Ciò che accomuna queste droghe è il prezzo modico quindi sono facilmente acquistabili.
Il principio attivo della Krokodil è la desmorfina di origine sintetica, più forte della morfina e più potente dell’eroina.
Si inietta per endovena ma se il liquido per sbaglio va a finire nei muscoli la carne inizia a staccarsi.
Gli effetti della Krokodil sono: iniziali euforia e rilassamento; perdita dei freni inibitori, ma poifino a morsi e atti di cannibalismo; piaghe circolari purulente, la pelle diventa squamosa “a coccodrillo” da cui deriva il nome; la carne di consuma lasciando solo le ossa; ulcere; infezioni; flebiti; cancrena.
Famosa in Russia dov’è nata, è approdata anche in Italia, a Milano dove si è riscontrato un largo uso

Non per niente certe città italiane vengono acclamate per il loro modernismo! Si è moderni se si rimane al passo con i tempi, quindi perché perdere lo scettro?
Ma davvero la maggior parte dei ragazzi non sa più come divertirsi senza ricorrere ad espedienti rischiosi per la salute come questi esempi? Davvero le nuove generazioni (ma anche molte persone delle precedenti) non hanno più creatività per svagarsi diversamente?
Hanno già perso l’educazione (grazie ai loro genitori) e la cultura (grazie alla disinformazione causata dalla tv e da vari guru), vogliono davvero perdere la vita o diventare degli inutili zombie che vagano in preda alla disperazione fin quando non cadono a terra?
Questo non è divertimento, ma un grave decadimento; non è modernità, ma oscurantismo.

Marianna Di Felice

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi