“Doctor Sleep”. Dopo il successo del romanzo, il seguito di “Shining” diventerà un film!

sperling.it
0
doctor sleep
sperling.it

Un “Re” mantiene le sue promesse. Questa è una delle massime verità! Un “Re” non dovrebbe mai deludere i suoi seguaci e deve essere il primo a scendere in campo.

Stephen king, essendo il “Re del brivido“, è obbligato a mantenere queste promesse. Ma bisogna pazientare, a volte anche per molti anni.

Quando “Shining” uscì al cinema, molti di noi erano piccoli e altri ancora nascevano. Il film, tratto dal romanzo omonimo del “Re”, divenne uno dei più grandi successi cinematografici della storia. Tutti ricordano la straordinaria interpretazione di Jack Nicholson, immedesimato in “Jack Torrance”, al punto da suscitare nel pubblico la paura degli Hotel.

E chi non ricorda il talento del piccolo Danny Lloyd? Un talento forse “eccessivo” per un bambino di quell’età. Il piccolo “Danny è entrato nelle menti e nei cuori di tutti gli appassionati dell’horror e ha scatenato una curiosità morbosa, tanto da portare alcuni spettatori ansiosi, a scrivere lettere al “Re del brivido”, pretendendo di sapere cosa sarebbe successo al bambino, una volta diventato adulto.

Sono passati 35 anni, da quando “Shining” uscì sugli scaffali delle librerie e solo il 20 settembre del 2013, Stephen King ha accontentato i suoi discepoli.

“Doctor Sleep” dà finalmente a tutti i fans della “luccicanza”, le risposte che cercavano.

Gli avvenimenti dell’Overlook Hotel, hanno forgiato il carattere di Danny in modo contorto, creando un personaggio ipersensibile. Il passaggio dall’infanzia all’adolescenza e infine alla vita adulta, sarà travagliato dalla presenza dei vecchi mostri che non hanno mai dato pace al nostro piccolo protagonista.

Grazie ai consigli del suo vecchio amico Dick Halloran, Danny riuscirà a “incatenare” questi mostri e a vivere una vita “quasi” normale. Una vita costellata da difficoltà e anche da un alcolismo che porterà il colore della sofferenza e non certo del vizio.

La voglia di vivere e di ricominciare, porterà Danny a cambiare città e a scegliere di dare conforto agli anziani in fin di vita che inizieranno a chiamarlo “Dottor Sonno”. Questa sarà la sua vita fino allo scontro finale con le forze del male, dove Danny incontrerà i suoi vecchi demoni e sarà costretto ad affrontarne di nuovi, per proteggere la piccola Abra, che si rivelerà la portatrice della “luccicanza” più potente della storia degli uomini. La piccola è perseguitata dal “Vero nodo“, un gruppo di esseri/uomini che si nutrono di “luccicanza”. E dove avverrà lo scontro? Proprio all’Overlook Hotel.

 

Ma basta! Abbiamo spoilerato abbastanza. Il consiglio è ovviamente di leggere il Romanzo. Sarete assaliti, oltre che dai mostri, anche dalla nostalgia. Rivedere alcuni dei mostri che vi hanno terrorizzato e che credevate di aver “incatenato“, vi scatenerà uno strano piacere interiore, facendovi rendere conto che tanto tempo è passato. La paura, però, non ha età.

Stephen King, rievoca tutta la storia di “Shining”, riprendendo il tema della “luccicanza” e trasponendolo ai “nuovi orrori” del tempo odierno. Molti saranno i colpi di scena e molti i collegamenti tra i vari personaggi che andranno ad intrecciarsi, per creare quei legami indissolubili sempre presenti in ogni sua storia.

Le forze del male, rappresentate dal “Re”, portano addosso i riflessi della società moderna; del mondo che viviamo. Il male non è solo un vampiro, un demone o una strega. O meglio, i vampiri e le streghe non hanno sempre un aspetto spaventoso, ma possono arrivare sotto forma di comuni viaggiatori, personaggi estrosi o ben vestiti. Quei personaggi che possiamo incontrare in un area di ristoro su un autostrada, capaci di portarci a pensare… e  ad osservare; quelle persone “particolari”, piene di quelle caratteristiche e di quegli elementi ipnotici che portano a farci chiedere se siano del nostro stesso pianeta o della nostra “realtà”.

La magia è tutta qui. Nel guardarsi intorno e nel tenere sempre gli occhi aperti, anche davanti a ciò che sembra più ovvio e noioso. Mai dimenticarsi che è la bellezza ad attirare e rassicurare, non la mostruosità.
Se una cosa ci spaventa a vista, scapperemo via, ma se troviamo qualcosa di bello, diventerà irresistibile e saremo ipnotizzati, seguendolo istintivamente. Ed è in quel momento che il male si rivela.

Le voci su un nuovo film, rivelate dalla “New Line Cinema”, sono già nell’aria. La New Line, infatti, è già a lavoro con il remake di “It” e ha preso in considerazione l’idea di un seguito di “Shining”. Quindi, per la grande gioia degli psychofans, “Doctor Sleep”, arriverà un giorno anche sui maxi-schermi.

“Doctor Sleep” porterà tutti questi incubi nella vostra mente, dove finalmente la battaglia finale si concluderà. Dopo 39 anni, il “Re del brivido” ha mantenuto la sua promessa.

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi