Domestikator, l’opera che il Louvre non ha voluto esporre perché sessualmente esplicita

0

L’opera Domestikator è stata creata dal collettivo artistico olandese Atelier Van Lieshout. Il museo del Louvre di Parigi si è rifiutato di esporre questa installazione artistica, poiché ritenuta sessualmente esplicita.

La realizzazione, a partire dal 19 ottobre avrebbe dovuto fare parte di “Hors Les Murs”, un evento realizzato dalla Fiac, la Fiera di Arte Contemporanea al Jardin Des Tuileries, non molto distante dal Louvre.

Domestikator: di cosa si tratta?




Domestikator è alto circa 13 metri e pesa 30 tonnellate circa. L’opera in sé non lascia tanto spazio all’immaginazione: essa raffigura un atto sessuale tra due costruzioni. Come riporta il Daily Mail, l’Atelier Van Lieshout ha descritto l’opera come un tributo all’ingenuità, alla naturalezza, alle capacità umane, all’organizzazione a all’uso del potere per dominare e addomesticare l’ambiente naturale. Domestikator vuole fare riflettere i visitatori su alcuni dei temi principali che caratterizzano la società contemporanea come ad esempio la bestialità, la produzione e il consumo.

Jean-Luc Martinez, direttore del Louvre, ha dichiarato a Le Monde che l’opera ha un aspetto brutale e potrebbe benissimo essere fraintesa dai visitatori. Inoltre il direttore è contrario all’esposizione dell’opera in quanto sarebbe stata esposta non lontano da un parco giochi molto frequentato dai bambini e, data la sua altezza, anche i piccoli avrebbero potuto vedere l’installazione.

Il museo come spazio capace di favorire la comunicazione

Joep Van Lieshout, fondatore del collettivo artistico olandese ha ribattuto alle parole del direttore del museo francese. Lieshout ha affermato, in un articolo del New York Times, che ciò è un’ipocrisia totale. Secondo lui un museo dovrebbe essere uno spazio aperto, capace di favorire la comunicazione. Egli ha precisato che la scultura non è esplicita in quanto le forme sono astratte e non vengono mostrati i genitali. Al contrario è stata descritta come abbastanza innocente.

Dal 2015, l’opera Domestikator è esposta alla Ruhrtriennale di Bochum. La scultura non aveva mai ricevuto nessuna critica e non era mai stata dichiarata sessualmente esplicita.

L’installazione, che vuole rappresentare la violenza dell’uomo verso la natura non sarà quindi esposta all’evento Hors Les Murs

Caterina Tiziani

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi