Eelo – Da Gaël Duval l’idea di un OS mobile più “riservato”

Il creatore di Linux Mandrake presenta su Kickstarter un nuovo OS mobile che garantisca una maggiore tutela della privacy

Fonte: Android.com
0

Eelo è il nuovo sistema operativo per dispositivi mobili pensato da Gaël Duval, noto nel settore informatico per essere stato il fondatore del progetto “Linux Mandrake”. Come in quella occasione, a spingere Duval è stata l’avversione nei riguardi dei software di base più diffusi.



Fonte: Eelo.io
Nel lontano 1998 l’obiettivo fu quello di creare un’alternativa a Windows, mentre oggi è quella di offrire un OS mobile che sappia competere con Google e Apple. Lo sviluppatore francese ha recentemente presentato Eelo attraverso la piattaforma Kickstarter, dalla quale spera di ottenere le risorse utili al finanziamento del progetto.
Ma vediamo di cosa si tratta. Eelo è una versione parallela di Android, libera dal bagaglio di applicazioni preinstallate da Google. Questi saranno sostituiti con servizi web abbinati che garantiscano maggiore privacy all’utilizzatore. I servizi complementari, al cui sviluppo può partecipare chiunque, sono tesi a garantire un funzionamento trasparente dei device.  Scordiamoci, dunque, il solito Store e applicazioni di comune utilizzo. Al loro posto soltanto programmi open source. Duval ritiene il complesso delle app Google molto utile ma, allo stesso tempo, invadente e proiettato verso la condivisione di troppi contenuti pubblicitari (da qui la G rovesciata sul logo del progetto). Di IOS, invece, contesta l’idea di base, ossia quello di puntare a un codice chiuso.

 

Fonte: S.J.P.United
Come sarà il nuovo Eelo?
Un assaggio di come si presenterà Eelo è già disponibile online. Si tratta di Lineage OS, installata su LeEco (modello Le2), il quale incorpora l’interfaccia  BlissLauncher. Attraverso la ROM è possibile farsi un idea della funzionalità del nuovo sistema di programmi.
Fonte: Eelo.io
Il progetto di Duval nasce privo di scopo di lucro, ma, come afferma lo stesso fondatore, è rivolto all’interesse della collettività. Tuttavia lo sviluppo richiede un finanziamento iniziale. A tal fine è stata creata una campagna crowdfunding sul portale Kickstarter. Qualora siate interessati a offrire un contributo economico, sappiate che è possibile farlo versando una somma minima di 4 euro. L’idea di creare un’alternativa a Google e Apple è davvero ambiziosa. Riuscirà Gaël Duval e il suo crescente team di sviluppatori a realizzare un software che sappia tenere il confronto con i colossi hi-tech? Non resta che aspettare per conoscere il futuro del nuovo OS, open source, ma anche geloso della privacy.

 

Giuseppe Bua

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi