Europee: dagli internettiani ai forconi; i “nuovi” volti della politica italiana?

Nuove e vecchie formazioni politiche in fila per depositare i simboli, in vista delle europee del prossimo 26 maggio

Dalla Liga Veneta, al Movimento dei Poeti d’Azione; dal Movimento dei Forconi al Sacro Romano Impero; ecco i volti e i simboli delle prossime elezioni europee

0

Le prossime europee saranno l’ennesimo terreno di scontro di una nuova fase politica che sembra strizzare sempre di più l’occhio al passato.

A dimostrazione di tale orientamento, vi sono i nuovi, anzi “nuovissimi”, schieramenti che cercano di affacciarsi sulla scena internazionale. Alcuni di questi movimenti si presentano con programmi ambiziosi, e perlopiù bizzarri, volti a soverchiare il dis-ordine attuale che animerà anche la prossima campagna elettorale delle europee.

Europee; nuovi schieramenti per vecchie dottrine

E’ possibile parlare di novità solo in termini cronologici, poiché la maggior parte di queste formazioni si presenta al Viminale per depositare simboli che hanno il solito tradizionalismo dei “bei tempi andati”.

Nostalgici per vocazione, i nuovi partiti puntano a tornare al classico motto: “si stava meglio quando si stava peggio”. Alla luce della drammatica involuzione politica degli ultimi 30 anni, non sarebbe neanche del tutto sbagliato, riportare alla luce una certa lungimiranza istituzionale della cosa pubblica, quando non esisteva né Twitter né Facebook, per veicolare il consenso.

Purtroppo il ritorno al passato non possiede assolutamente alcun canone valoriale di verdiana memoria, come hanno ampiamente dimostrato le “tesi revisioniste” uscite fuori dal Congresso delle famiglie di Verona e la paura costante della diversità sociale, culturale e biologica.

E così ecco che arriva Mirella Cece, avvocato in pensione con una lunga esperienza nei processi di beatificazione e santificazione, con il Sacro Romano Impero Cattolico.

Il partito è in realtà l’unione di 5 gruppi parlamentari, di tradizione cattolica e monarchica, ma mostra già una certa sintonia con altri movimenti di stampo ultraconservatore, tra cui il Popolo della famiglia di Mario Adinolfi, noto per le sue posizioni contro l’aborto, le coppie omosessuali, la pornografia e il divorzio.

In questa ventata di “aria fresca” compare anche La Liga Veneta, con lo storico leone, simbolo della serenissima, il redivivo Movimento dei Forconi e il grande ritorno della Democrazia Cristiana.

Anche Casapound si presenta insieme a diverse sigle legate al mondo della destra, sotto la sigla AEMN(Alleanza europea movimenti nazionali), rappresentata nell’Europarlamento dall’ungherese Bela Kovacs.

Scopo della nuova alleanza, dice il leader Simone di Stefano, è quello di rappresentare le tematiche abbandonate da Salvini e di Maio, come l’uscita dall’euro e dall’Unione europea.




In mezzo a questa continua ondata di sovranismo militante che punta alle europee, per uscire dall’Europa, si pongono le vere novità di questa tornata elettorale: tra questo il Partito Internettiano, il Partito Pirata e il Movimento dei Poeti d’Azione, con uno slogan molto promettente:

“La creatività italiana in Europa”

Il programma internettiano prevede una “completa revisione dell’Europa, come dice il leader Francesco Miglino, oggi in mano alle banche e all’austerità. Diciamo no alle censure delle rotative controllate dai potenti”.

Posizioni estreme, contrapposte a una maggiore idealizzazione della politica, che ponga ragionate critiche all’Unione europea, magari con qualche proposta seria e concreta che, nonostante un pizzico di sarcasmo, potrebbe avere un terreno fertile, per un’Europa possibile.

Fausto Bisantis

 

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi