Enzo Maiorca, ci ha lasciato il signore degli abissi

0

Enzo Maiorca descriveva il mare come la sua seconda casa.

Diceva che se i pensieri negativi lo assillavano, si rifugiava nell’acqua.

Nel profondo del mare.

Oggi uno dei più grandi apneisti italiani, il “signore degli abissi” se ne è andato.

Siracusa, la sua città natale ne piange la morte.

Aveva 85 anni.

Nacque il 21 giugno del 1931.

A 4 anni imparò a nuotare.Enzo Maiorca

Enzo Maiorca stesso aveva confessato che l’acqua gli faceva paura.

 

Un giorno venne a sapere tramite un amico medico di un nuovo record di profondità di -41 metri, conquistato da Ennio Falco e Alberto Novelli.

Il record precedente era di Raimondo Bucher.

Questa notizia lo colpì, a tal punto che, dopo averci riflettuto decise di mettersi in competizione.

Voleva riuscire ad andare ancora più in profondità, facendo immersioni in apnea.

La determinazione lo portò ad allenarsi con costanza fino allo spasmo.

L’obiettivo tanto agognato venne raggiunto nel 1960 quando toccò i -45 metri battendo Amerigo Santarelli.

Da allora, per 16 anni divenne uno dei protagonisti del mondo dell’apnea.

Related Posts

Uno dei maggiori rivali di Enzo Maiorca era Jacques Mayol.

Smise nel 1976.

Dopo il ritiro si dedicò a diverse attività.

Amava l’archeologia marina, che visse da vicino partecipando ad alcune spedizioni scientifiche.

Una di queste venne svolta nel triangolo delle Bermuda nel 1978.

Fu molto attivo in campo ambientale.

La sia missione era diffondere l’importanza del rispetto del mare e i valori della cultura.

Trascorse anche una breve carriera in ambito politico.

Infatti, dal 1994 al 1996 è stato senatore nelle liste di Alleanza Nazionale.

Il suo amore per l’ambiente gli fece prendere la decisione di diventare vegetariano.

Questo in seguito ad un episodio avvenuto durante una battuta di pesca subacquea.

Dopo aver arpionato e lottato cercare di uccidere una cernia, passandole una mano sul ventre venne colpito dal battito del cuore di quell’animale che lottava per la propria vita.

Da quel giorno non toccò più il suo fucile subacqueo.

L’Italia ha perso un’altro grande uomo che ha lottato per i propri ideali, non solo sportivi.

Probabilmente ora Enzo Maiorca sta nuotando in fondo al suo amato mare.

Jessica Tomatis

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi