Erotica: il disco più controverso di Madonna compie 25 anni

Un album sul sesso, l'amore, la diversità e la voglia di essere se stessi

Madonna - Erotica - Fonte foto: /2.bp.blogspot.com
0

Erotica inizia con un fruscio. Potrebbe essere quello di un vecchio vinile che sfrega sulla puntina consumata di un giradischi ma anche il suono dei desideri – più intimi – di Madonna. Dita Parlo alter ego musicale di questo progetto firmato Ciccone – si presenta, si spoglia e ci denuda. La voce di Madonna è un sussurro liberatorio ma pronto a costruire gabbie di piacere. Il testo è ripetitivo, fino all’ossessione, fino a diventare qualcosa di cui è impossibile disfarsi.

Era la fine del 1992 ed Erotica segnò una svolta per la cantante pop più chiacchierata di sempre. In quel disco – e nel progetto multimediale di cui faceva parte – vennero snocciolate sensazioni ed emozioni. In quelle 14 canzoni vennero condensati tutti gli aspetti più intimi della futura interprete di Evita.






Non tutto il pubblico reagì bene. In fondo This Used To Be My Playground – enorme successo commerciale – risuonava ancora con le sue note dolcissime, proponendo un’immagine di Madonna tra il malinconico e il romantico. Immagine stravolta e capovolta, completamente, nel giro di pochi mesi.

Madonna - Erotica
Madonna – Erotica – Fonte foto: static1.1.sqspcdn.com

L’unica nota rimasta identica era quella dei capelli, biondi. La smielata mestizia del brano estivo venne sostituita e spazzata via dal ciclone Erotica. Nuda, svestita, quasi biotta, con il seno in bella mostra e le natiche – più sode del mondo – in primo piano. Con una donna e con un uomo, in trio o da sola, con volti famosi e altri meno. Con Vanilla Ice, con Isabella Rossellini, con l’ex amante Tony Ward, con Naomi e Big Daddy Kane… ovviamente il video di Erotica, canzone che dà il nome al disco, venne censurato alla velocità della luce. Il libro fotografico Sex, in Italia pubblicato da Mondadori, immortalò la cantante nelle pose più audaci. A colori o in bianco e nero: non aveva importanza, l’importante era tirare fuori ogni suo desiderio e renderlo pubblico. I tanti set utilizzati per realizzare il libro divennero il videoclip di Erotica, un modo per raccontare anche musicalmente l’esperienza – forse la più forte, artisticamente parlando – di Miss Ciccone.

La nudità le costò svariate critiche e anche vendite meno alte rispetto al solito. Eppure il vero calore della pelle di Madonna è raccolto nelle note dei brani del disco e non nelle immagini softcore con cui scioccò il mondo. Le parole delle sue canzoni erano – e saranno – il vero punto caldo di tutto quel progetto. Madonna non si sottomette e frustino alla mano inizia il suo racconto…

Erotica per parlare dei suoi sogni più audaci, Fever per omaggiare l’America di un tempo e ricordarci che è in grado anche di eseguire una grande cover. Bye Bye Baby per spegnere l’ego di un amante distratto, Deeper and Deeper per ricordarsi e ricordarci da dove viene, Where Life Begins perché lei ama godere e vuole dirlo… senza paura.






Bad Girl, Waiting, Thief Of Heart, Rain, In This Life… canzoni che riflettono la personalità dell’artista di Bay City in tutte le sue sfaccettature: dal lato più tenero a quello più duro. Ma è Why’s It So Hard la perla, il manifesto, con cui Madonna svela il suo amore per la diversità e per il suo voler essere differente. Ad ogni costo. Ogni nota è uno schiaffo al bigotto di turno, ogni strofa una sfida al mondo. Se sono diversa/o perché dovrebbe essere un mio problema? Parole piene di rabbia e di speranza, perché imparare ad amarsi  – al di là  delle etichette – è difficile ma non impossibile.






Con Erotica Madonna conquistò, definitivamente, il suo già ampio pubblico LGBT. Non fu una strizzatina d’occhio furba e calcolata ma un sincero abbraccio a chi l’aveva sempre sostenuta. Quel disco si tramutò in un calice amarissimo che i mass media non vedevano l’ora di farle bere. Punita per aver preso una posizione: non a letto… ma nella sua vita di donna e artista.

Luca Foglia Leveque

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi