Estinzione insetti sempre più vicina

Ogni anno scompaiono il 2,5% degli insetti

Estinzione insetti: altro elemento che aumenta il rischio di un collasso degli ecosistemi della natura

0

L’estinzione insetti potrebbe essere vista come un evento positivo per tutti coloro che sono infastiditi da questi animali. Ma quali sono i rischi legati alla natura che questo comporterebbe?

Estinzione insetti: un dato preoccupante

Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Biological Conservation, l’estinzione insetti è un fenomeno preoccupante. Ogni anno, infatti, le specie che scompaiono sono il 2,5% del totale. Questo comporta una estinzione del 40% degli insetti presenti nel mondo in poche decine di anni.

Il tasso di estinzione, secondo gli studi, è molto alto e davvero pericoloso. L’ecosistema naturale, infatti, viene ogni anno notevolmente compromesso da queste perdite.

Le specie di insetti presenti nel mondo sono moltissime e, la loro assenza, è da segnalare come evento pericoloso.

Alcune cause di estinzione sono naturali e avvengono periodicamente. Il problema, però, è che nell’ultimo secolo il tasso di estinzione insetti è cresciuto in maniera esponenziale: circa 1000 specie all’anno.

Tra le specie più colpite ci sono i lepidotteri, gli imenotteri e gli scarabei stercorari nel mondo terreno. In quello acquatico, invece, stanno scomparendo Odonati, Plecotteri, Trichotteri e Epemerotteri.

Le cause

Related Posts




Le cause principali dell’estinzione insetti sono come sempre legate alle attività dell’uomo. Agricoltura intensiva, deforestazione e pesca selvaggia infatti sono alcuni dei fattori scatenanti.

La scomparsa di alcune specie deriva essenzialmente dall’inquinamento, dall’urbanizzazione e dall’utilizzo esagerato di pesticidi e fertilizzanti di origine chimica.

Oltre a questo intervengo anche fattori biologici, ossia la nascita di nuovi agenti patogeni che uccidono gli insetti.

Gli scienziati suggeriscono di rivedere alcune pratiche e di:

ripensare alle attuali politiche agricole, in particolare una seria riduzione dell’uso di pesticidi e la sua sostituzione con pratiche più sostenibili ed ecologiche. Inoltre, dovrebbero essere applicate tecnologie efficaci di bonifica, per pulire le acque inquinate sia in ambienti agricoli che urbani

Secondo gli scienziati siamo sull’orlo di un’estinzione insetti di massa.

 

Elena Carletti

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi