Facebook Pay: sul social arrivano i pagamenti digitali

Fonte: Pixabay
0

Mark Zuckerberg lancia un nuovo progetto in arrivo già da questa settimana. Collegherà WhatsApp, Instagram e Messenger, con un’ulteriore sicurezza nel trattamento dei dati.

Arrivano anche i pagamenti digitali sulla piattaforma blu, con il nuovo Facebook Pay, piattaforma che potrà funzionare, oltre che su Facebook anche su WhatsApp, Messenger e Instagram. Tramite il Pay si potrà aderire a campagne di fundraising, scambiare denaro con amici o fare di acquisti, come nel caso di biglietti o di prodotti di venditori sul Marketplace di Facebook. Il pagamento sarà a discrezione dell’utente: per selezionarlo basterà andare nelle impostazioni e scegliere le modalità per attivare il servizio. Saranno utilizzabili le maggior parte di carte di credito e debito o conti online come Stripe e PayPal.

L’opzione avrà partner ship già esistenti ma consolidate che forniranno anche un portafoglio separato per Libra, al momento finito in un vicolo cieco. La portavoce e vice presidente Deborah Liu, ha spiegato in un articolo su “About Fb” : “Le persone utilizzano già i pagamenti attraverso le nostre app per fare acquisti, donazioni e inviare denaro. Pay renderà queste transazioni più semplici e fornirà un’esperienza di pagamento comoda, sicura e unificata”.




Facebook pay per l’integrazione delle app

In effetti, Facebook negli ultimi anni ha in gioco molte opportunità anche nel digitale. Usufruendo (e supportando) la maggior parte dei servizi finanziari di tutto il mondo. Adesso il futuro è la FinTech, vale a dire la tecnofinanza, una delle strade che Facebook si prepara a spianare. Sebbene ci siano già alcuni rivali come Google Pay ed Apple Pay tra le prime. Tuttavia, sembra che stiano per entrare in ballo anche Amazon, che ha pensato a nuovi conti correnti da aprire sulla piattaforma, nonché Uber che sta cercando di diventare più robusto grazie alla piattaforma Money, portafoglio elettronico con bancomat e carte di credito.

Naturalmente Facebook sarà molto più meticolosa degli ultimi tempi per le questioni di sicurezza dei dati: difatti, la società di Menlo Park ci ha tenuto a sottolineare come ci sarà una protezione più fortificata nei dati sensibili delle carte di credito, ma anche un controllo maggiore sui pagamenti che potranno essere confermati attraverso l’utilizzo di un Pin o di uno dei servizi di riconoscimento biometrico disponibili.

Zuckerberg è riuscito, però, a nascondere bene le sue carte e a non far presagire nulla sui suoi progetti. Difatti, sembra che stia lavorando su più fronti. Sicuramente, tra i suoi obiettivi, vi è quello di garantire un sistema integrato e confluito in tutti i suoi social. In questo modo avrà la possibilità di riversare gli utenti alla multi funzionalità. La piattaforma Pay sarà disponibile negli Stati Uniti già da questa settimana, ma funzionale solo su Facebook e Messenger. Dopodiché, nei prossimi mesi, la piattaforma si connetterà anche a Instagram e WhatsApp, (senza ancora definire dove e quando) ma con tutta probabilità con un lancio internazionale.

 

Anna Porcari

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi