Fantasporto, il festival dedicato ai film tra il fantasy e il grottesco

Fantasporto, o meglio conosciuto come Festival Internazionale del Cinema di Porto inizia nel mese di febbraio, per il 2018 la data è il 20. Un giorno molto importante per gli artisti emergenti ma anche per quelli che hanno già fatto una lunga strada nel cinema. Il Festival si apre con un film che definirlo inquietante è riduttivo. Il titolo è “El Secreto de Marrowbone” anche conosciuto semplicemente come “Marrowbone” il cui registra e scrittore è Sergio Gutiérrez Sánchez, autore di The Orphanage (suo primo film).



Fantasporto, la storia

Il Fantasporto è stato fondato nel 1981 ma solo nel 1982 è diventato ufficialmente competitivo. La curiosità e la grandezza di questo Festival è che ha regalato al mondo identità rivoluzionarie del mondo del cinema. Molti conosceranno sicuramente Peter Jackson regista della trilogia de “Il Signore Degli Anelli“, “Lo Hobbit“, “King Kong” e molti altri. Lo stesso Jackson vinse nel 1993 il Gran Prix Fantasporto con quello che viene considerato il film splatter più estremo degli anni ’90 “Splatters – Gli schizzacervelli” divenuto poi negli anni successivi un vero cult del genere.

L’anno successivo il premio lo vinse invece Guillermo del Toro con il suo film “Cronos“. Oggi, il regista messicano vanta il successo di moltissimi altri film come “Il Labirinto del Fauno” e “La Forma dell’Acqua“. Nel ’95 l’award andò al registra premio Oscar Danny Boyle e al suo primo film da regista “Piccoli omicidi tra amici“. Lo stesso Boyle nel ’96 uscì con il film cult “Trainspotting“, tratto dal celebre romanzo dello scozzese Irvine Welsh, film che gli diede la giusta fama. Mai però come “The Millionaire” film che vinse ben otto premi Oscar tra cui miglior film e miglior regista.



Altri vincitori del Fantasporto

Nel ’96 vinse poi il film “Seven” diretto da David Fincher e interpretato da Brad Pitt e Morgan Freeman. Fincher è anche conosciuto per essere il regista di “The Social Network“, “Il curioso caso di Benjamin Button“, “Zodiac” e per la serie televisiva originale NetflixHouse of Cards“. Nel 2011 “The Social Network” venne persino nominato in Italia al David di Donatello come miglior film straniero.

Non possiamo non citare un altro dei più grandi registi del XXI secolo che partecipò e vinse al Fantasporto nel 2001 con “Amores perros“, Alejandro González Iñárritu. In questo film, oltre che a fare da regia, fece anche una parte come attore. Chi non dovesse conoscerlo, Iñárritu è colui che ha scritto e prodotto i film premio oscar “Birdman – L’imprevedibile virtù dell’ignoranza” e “Revenant” interpretato da Leonardo di Caprio.

Insomma, inutile sottolineare l’importanza dei registi e dei film che sono passati per questo Festival, che nel 2018 regalerà moltissime altre emozioni.



Organizzazione

Il Fantasporto si tiene annualmente presso la città di Porto in Portogallo al Teatro Rivoli. Per il 2018 l’inizio è segnato al 20 febbraio fino al 3 marzo. Si chiuderà con il film “Le Fidèle” del regista belga Michaël R. Roskam, per poi concludersi definitivamente il 4 marzo con la cerimonia di premiazione. “Le Fidèle” è stato anche selezionato per rappresentare il Belgio durante la cerimonia dei premi Oscar nella sezione miglior film in lingua straniera. Insomma, dicono che il Fantasporto sia un evento al quale partecipare almeno una volta nella vita prima di morire, perchè Festival è stato fondato per tutti i professionisti del campo, i cinefili e tutti quelli che sono interessati al cinema moderno. Che il 2018 sia un anno pieno di buon cinema per tutti.

Rebecca Romano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *