Federicus 2018: la grande festa medievale ad Altamura

La festa medievale che dal 28 aprile al 1 maggio ha visto protagonista la città di Altamura (BA) si è conclusa ieri, e ha fatto rivivere ai visitatori l’aria solenne della storia, ma anche la freschezza di una festa con i suoi colori, racconti e attrazioni.

Fonte: Federicus.it
0

La festa medievale Federicus 2018 ha avuto come tema “Li affanni”, il secondo del programma triennale “Le donne e’ cavalier, li affanni e li agi”. Il pubblico, che anche quest’anno si è riversato numeroso tra i vicoli della caratteristica cittadina della Murgia, si è ritrovato catapultato in uno scenario medievale più drammatico e cupo rispetto a quello dell’anno precedente: atmosfere tragiche, cavalieri in battaglia, carestie, lamenti e pestilenze, predicatori di un necessario ritorno al Vangelo, lebbrosari stracolmi di morti ambulanti.

Fonte: Wikipedia.org

Si racconta che…

Federico II, diretto verso Bari per salpare in Terra Santa, durante una crociata, si fosse fermato nel borgo medievale di Altamura per abbandonare dei soldati malati di malaria, e che questi invece, fossero guariti proprio grazie alla salubrità dell’aria del posto. Dunque per ringraziare Dio del miracolo avvenuto, l’imperatore avrebbe fatto costruire la Cattedrale, sede del potere laico e religioso della città medievale. Ma il vero motivo per cui il sovrano svevo avrebbe invece realizzato tale progetto era un altro: essendo stato precedentemente scomunicato dal Papa Gregorio IX, cercava di ottenere la sua benevolenza facendo erigere una magnifica chiesa.

Una città da scoprire

Se la Cattedrale rappresenta il punto nevralgico della città medievale, altrettanto affascinanti sono il centro storico da cui prendono origine i suoi quattro “quarti“, ovvero le etnie saracena, latina, greca ed ebraica che abitavano anticamente i Claustri. Questo termine di origine latina, claustrum, che significachiuso”, indica delle piazzette chiuse, relativamente ampie, circondate da abitazioni che si affacciano sulle vie principali, contraddistinti da archi, ballatoi, balconate, scale e pezzi ornamentali. Tra i più noti, il Claustro della Giudecca o quello dei Mori. Tali abitazioni, nate con lo scopo di accogliere latifondisti e nobili feudatari sotto l’impero di Federico, rappresentano una testimonianza viva di convivenza multietnica e armoniosa tra tante culture diverse.

Spettacoli ed eventi

Tanti gli eventi previsti per far rivivere a grandi e piccini, la magica atmosfera presente durante il regno dello “Stupor mundi” : spettacoli di giullari, buffoni e musici, di falconeria, sui trampoli, cortei, il Palio di San Marco, il Concorso Bianca Lancia, accompagnati da pranzi e cene nelle tipiche osterie e nei locali dei viandanti.

                                                                                                                                                      Maria Ferro

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi