Il Festival delle Lanterne: la tradizione cinese si apre all’Italia

0

Il Festival a Fico Eataly World

Il Festival delle Lanterne è una manifestazione incentrata su luci, colori e simboli della tradizione cinese: artisti cinesi hanno realizzato opere artigianali che illuminano un’area di Fico Eataly World a Bologna, rendendo la zona più viva ed intrigante.

Fico Eataly World a Bologna è un enorme capannone che funge da supermercato di prodotti biologici e ricercati. Inoltre è costellato di ristoranti con specialità da tutta Italia: risotto milanese, arrosticini abruzzesi, pizza napoletana sono esempi da citare accanto alla tradizione bolognese.

Il Festival delle Lanterne si inserisce e ben si adatta a questo contesto. Dopo aver scattato qualche foto alle opere della tradizione cinese illuminate, si può degustare le specialità italiane all’interno di Fico Eataly World con uno sconto del 10%: la scelta è ampia.

È un connubio tra due tradizioni agli antipodi: capendo il significato di alcuni elementi della cultura cinese e assaggiando i sapori della tradizione italiana, si ha la possibilità di vivere un’esperienza multiculturale.

Dalla Cina all’Italia e al mondo

Il Festival arriva a Bologna, per la prima volta in Italia, dalla città cinese di Zigong, nella provincia del Sichuan. La fama delle lanterne di questa città si è diffusa in tutto il mondo e fino al 3 novembre è riprodotta sul suolo italiano, sinonimo che la Cina è vicina.

Il Festival delle Lanterne in Cina in realtà ha una tradizione millenaria: le origini si possono attribuire fin dalla prima dinastia Han.  All’epoca il fuoco era un elemento dal profondo valore simbolico, capace di scacciare il male e portare pace e benedizione. Ecco perché enormi figure illuminate hanno determinato la nascita di una tradizione, oggi riprodotta in diverse aree del mondo.

Si attribuisce una paternità a Zigong a partire dalla dinastia Tang (618-907 d.C.), poiché la città è diventata capitale culturale della provincia del Sichuan. Da questa zona interna della Cina si è diffusa la magia delle lanterne, simbolo della trasmissione della cultura cinese nel mondo.

Le lanterne del Festival

All’entrata del sito colpisce un elemento architettonico simbolo della Cina: il Tempio del Cielo di Pechino riprodotto quasi a grandezza naturale. A lato un dragone alto e lungo diversi metri accoglie i visitatori con enormi fauci aperte.Festival delle Lanterne

Si prosegue il percorso incontrando altri elementi che caratterizzano la Cina: i 12 animali del calendario cinese, i pesci simbolo di abbondanza, un servizio da tè con enormi tazze e teiere con le maschere dell’opera di pechino, vasi di porcellana, i panda…

Ci si ritrova poi sotto una fila di lanterne rosse dalla forma tipicamente ovale, mentre più avanti un cielo di ombrelli illumina i volti dei visitatori.

Sulla destra colpisce la statua di Buddha che, con il suo sorriso rilassato, regna su tutto il Festival. All’estremità opposta un palco decorato in maniera sfarzosa ospita esibizioni di artisti cinesi: danzatrici, equilibristi, contorsionisti e maestri del kong fu sono solo alcuni dei professionisti che si esibiscono ogni sera in un ciclo di due spettacoli.

Il Festival ospita anche una sezione dedicata ai dinosauri poiché nei pressi della città di Zigong alla fine degli anni ’80 sono stati ritrovati migliaia di ossa, fossili e resti di queste creature storiche. La riproduzione attenta dei dinosauri, anche in movimento, diverte i visitatori più piccoli.

Conclusioni

Il Festival delle Lanterne è una proposta interessante per chi ha voglia di conoscere la cultura cinese senza andare troppo lontano. Tra le luci, le descrizioni degli elementi della tradizione, artisti e professionisti arrivati direttamente dalla Cina, l’atmosfera ricreata dà un’infarinatura del sapere millenario cinese.

L’occhio del visitatore attento può cogliere dettagli sottili e capire che la cultura cinese è un mondo ricco e affascinante.

Fico Eataly World diventa il luogo ideale per amalgamare la tradizione cinese con quella italiana e assottigliare le distanze tra le due.

Margherita Marchesi

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi