Figli lasciati in auto sotto al sole per fare la spesa

I genitori hanno lasciato i figli di otto mesi e tre anni chiusi in macchina sotto al sole

Fonte: tanea.gr
0

Martedì pomeriggio due genitori tedeschi in vacanza a Peschiera (Verona) hanno lasciato i figli chiusi in macchina per fare la spesa. La macchina era nel parcheggio di un grande supermercato di Peschiera del Garda, sotto al sole. Come riportato da Brescia Today, la temperatura superava i 30 gradi e i bambini erano molto spaventati. Alcuni clienti sono stati attirati dal pianto del neonato di otto mesi, mentre la sorellina di 3 anni era agitata. Si sono fermati allora di fronte alla grossa monovolume americana con targa tedesca, evitando l’aggravarsi della situazione: la temperatura all’interno di un’automobile può salire da 10° a 15° C ogni 15 minuti. La disidratazione e il deficit cardiocircolatorio sono le conseguenze di quel calore insopportabile.




Fortunatamente, i passanti sono accorsi in tempo per salvare i bambini. Hanno chiamato i carabinieri e l’addetto della vigilanza privata all’interno del negozio. Quest’ultimo è riuscito a infilare le dita nello spiraglio lasciato dall’unico finestrino aperto, forzandolo sufficientemente per infilare la mano e aprire la portiera. Nel frattempo sono arrivati sul posto anche i militari del Nucleo Radiomobile, che hanno soccorso i due bambini: erano molto accaldati e spaventati, ma incolumi.

Notando il rumore intorno alla loro macchina, sono arrivati anche i due genitori, tedeschi, in vacanza a Peschiera sul Garda. Una volta identificati, sono stati denunciati per abbandono di minori.

Figli abbandonati in auto

Secondo una ricerca condotta da Gene Weingarten, giornalista del Washington Post, i casi dei figli dimenticati in auto sono aumentati dagli anni ’90 (dal 1998 a oggi più di 600 piccole vittime nel mondo, il 90% sotto i 3 anni di età). Ciò sarebbe dovuto alla diffusione dell’airbag anteriore lato passeggero che ha portato i genitori a mettere i seggiolini dei propri bambini sui sedili posteriori, spesso fuori dal loro campo visivo. La tecnologia viene i   n aiuto dei genitori più distratti: l’app per smartphone “Waze“, il GPS social di Google,  è stata arricchita di una funzione gratuita di “Promemoria bimbo in auto”: il guidatore sarà avvisato da una notifica di controllare bene l’auto prima di allontanarsi.

Camilla Gaggero

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi